Champions League, 6 su 6 nella Pool A per la Cucine Lube Civitanova: 3-1 al Fenerbahce

Champions League, 6 su 6 nella Pool A per la Cucine Lube Civitanova: 3-1 al Fenerbahce

CIVITANOVA MARCHE – La Cucine Lube Civitanova resta imbattuta nel girone di Champions League chiudendo con la sesta vittoria su sei gare disputate: 3-1 al Fenerbahce HDI Sigorta Istanbul in un Eurosuole Forum gremito da 3500 spettatori. In attesa del sorteggio di domattina (ore 13) che deciderà l’avversario dei biancorossi nei Quarti di Finale. I campioni d’Europa, al successo numero 17 di fila nella massima competizione europea (considerando anche la scorsa stagione), scendono in campo con una formazione inedita e hanno la meglio sui combattivi turchi, che portano a casa il secondo set ma devono poi cedere ai 13 muri e 8 ace della Cucine Lube Civitanova (che attacca al 56%), guidata dai 19 punti dell’MVP Jacopo Massari.

La partita

Formazione inedita per De Giorgi che schiera Leal nell’insolito ruolo di opposto (Rychlicki a riposo precauzionale per un piccolo risentimento muscolare) in diagonale con D’Hulst in regia, Bienek e Diamantini al centro, Kovar-Massari e Marchisio libero. Dall’altra parte della rete Sordyl propone Kiyak-Rossard, Batur-Akdeniz al centro, Hidalgo-Unver schiacciatori e Karatas libero.

L’avvio di partita vede la Cucine Lube efficace nel sistema muro-difesa, Leal mette la firma sul +3 dagli avversari (7-4). L’ace di Unver permette alla squadra ospite di accorciare le distanze (11-9). Il video-check è protagonista nella fase centrale del set quando sancisce l’invasione a muro dei biancorossi prima (14-12) e del Fenerbahce poi (15-12). Leal, top scorer del set con 7 punti, concretizza le ottime difese dei compagni (17-13). Col turno al servizio di Massari (ace 18-13) i biancorossi raggiungono il massimo distacco dalla squadra ospite (+8). Sarà la diagonale vincente di Massari (5 punti nel set) a chiudere il primo parziale col punteggio 25-17.

Nel secondo set le formazioni restano invariate, in avvio è il muro turco (6 totali nel set) ad avere la meglio con Kiyak (1-4) e Hidalgo (5-8). Leal riporta la Cucine Lube in parità, prima l’ace sul 7-8 e poi il contrattacco vincente (10-10). L’attacco out di Rossard permette il sorpasso biancorosso per la prima volta nel set (15-14). Il Fenerbahce neutralizza Leal in difesa, concretizzando con gli attacchi efficaci di Hidalgo (20-22) e Unver (20-23). L’errore al servizio del brasiliano consegna il set al Fenerbahce per 21-25.

Il terzo set è caratterizzato da un forte equilibrio tra le formazioni che lottano punto-punto fino al 14 pari. La Cucine Lube allunga col muro di Leal (16-14) e l’ace di Kovar (18-15), la ricezione turca trema quando Diamantini (5 punti nel set) mette a segno due ace consecutivi (21-16). Nel finale di set De Giorgi schiera Bruno e Juantorena: sarà proprio il capitano della Cucine Lube a conquistare il set point (24-18) concretizzato dal muro di Bienek nell’azione successiva.

Dal quarto set coach Sordyl propone Yatgin al palleggio, formazione invariata invece per la squadra di Fefè De Giorgi. L’allungo della Cucine Lube è favorito dai muri vincenti di Kovar, sul 13-10 prima e il 16-11 poi. Bruno e Juantorena rientrano in campo ma sarà Bienek in attacco a guidare i biancorossi verso il finale di set (23-17). Massari, MVP del match con 19 punti, sigla l’ace portando i suoi sul match point (24-17). Il Fenerbahce resiste con Yatgin al servizio e darà del filo da torcere alla Cucine Lube, fino a quando il mani-out di Kovar chiude la sfida 25-22.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani n.e., Kovar 13, D’Hulst 1, Marchisio (l), Juantorena 1, Massari 19, Leal 17, Rychclicki n.e., Diamantini 10, Simon n.e., Bruninho, Bieniek 14, Balaso (l) n.e., Ferri n.e.. All. De Giorgi.

FENERBAHCE ISTANBUL: Kiyak 1, Ter Maat n.e., Buyukgoz n.e., Yatgin 4, Unver 19, Rossard 12, Batur 7, Hidalgo Oliva 12, Sikar n.e., Karasu, Akdeniz 8, Dengin (l), Karatas (l), Stanicki n.e.. All. Sordyl.

ARBITRI: Rodriguez Jativa (Spa); Simonovska (Mne).

PARZIALI: 25-17 (26′); 21-25 (25′), 25-18 (21′); 25-22 (30′).

NOTE: 3.595 spettatori, incasso: 32.409,00 Euro. Lube: 15 battute sbagliate, 8 aces, 13 muri vincenti, 63% in ricezione (39% perfette); 56% in attacco. Istanbul: 13 b.s., 3 aces, 9 m.v., 45% in attacco (22% perfette); 46 in attacco. Votato miglior giocatore: Massari.

Le interviste ai protagonisti della vittoria

Stijn D’Hulst: “Credo che abbiamo fatto un buon lavoro oggi, giocando con una formazione insolita con Leal opposto. Abbiamo vinto, ed è la cosa più importante. Abbiamo giocato molto bene in questa fase a gironi di Champions League e siamo davvero felici. Domani ci sarà il sorteggio, ovviamente mi piacerebbe affrontare il Roeselare, il mio ex team anche perché la trasferta sarebbe più agevole rispetto alla Russia. Ora pensiamo a Trento per la semifinale di Coppa Italia, andiamo lì con molta fiducia acquisita dalle ultime partite giocate bene”.

Enrico Diamantini: “Era una partita importante di Champions League e come sempre quando scendiamo in campo vogliamo vincere. Chi di solito gioca meno, oggi ha avuto più spazio e ha dato una bella risposta. Leal opposto? Se l’è cavata bene. Oggi il servizio ci ha aiutato molto in tutti i set, nel secondo abbiamo allentato e loro l’hanno vinto”.

Jacopo Massari: “Sono contento della partita e della squadra, volevamo chiudere la fase a gironi della Champions League imbattuti e ci siamo riusciti. Domani il sorteggio? È difficile dire chi sarà il prossimo avversario, lo affronteremo sicuramente con la voglia di vincere e di arrivare a Berlino. Ora giriamo pagina, da domani ci alleniamo per la Coppa Italia, siamo motivati per conquistarla. Stasera abbiamo avuto la possibilità di giocare con una formazione diversa, siamo stati bravi a mettere entusiasmo fin dal primo punto”.

Giovedì il sorteggio dei Quarti di Champions League

Giovedì 20 febbraio alle 13 sarà svelato l’avversario della Cucine Lube Civitanova nei Quarti di Finale di Champions League: nella sede della CEV in Lussemburgo si svolgerà infatti il sorteggio per gli accoppiamenti della fase ad eliminazione diretta della massima competizione europea. Si traccerà così la strada che porterà due formazioni a sfidarsi nelle Super-Finals, ovvero la finale unica per il titolo (sia a livello maschile sia femminile) che si svolgerà ancora Berlino, teatro della vittoria biancorossa del 2019, il 16 maggio.

Gli uomini di Fefè De Giorgi sono tra le quattro teste di serie (le migliori quattro prime classificate della fase a gironi) insieme a Sir Sicoma Monini Perugia e alle formazioni polacche dello Zaksa Kedzierzyn-Kozle e Jastrzebski Wegiel. Nell’altra urna ci saranno le altre quattro formazioni qualificate ai Quarti: i russi del Fakel Novy Urengoy (peggior prima della fase a gironi) e le tre migliori seconde: gli altri russi del Kuzbass Kemerovo, i belgi del Knack Roeselare (che con la vittoria di stasera hanno sancito l’eliminazione dello Zenit Kazan) e la Trentino Itas (che però i biancorossi non possono pescare provenendo dallo stesso girone). Una delle due russe o la formazione belga, dunque, sarà l’avversario Lube nei Quarti di Finale: la prima gara per i biancorossi sarà in trasferta (2-3-4 marzo le possibili date), il ritorno all’Eurosuole Forum (11 o 12 marzo le possibili date).

La Cucine Lube Civitanova eviterà dunque un nuovo derby italiano, almeno nei Quarti di Finale. Nel sorteggio di domani sarà anche definito il tabellone che porta alle Super-Finals di Berlino, dunque anche i possibili abbinamenti in Semifinale.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: