Con la proiezione di quattro capolavori Pesaro rende omaggio a Federico Fellini

Con la proiezione di quattro capolavori Pesaro rende omaggio a Federico Fellini

di PAOLO MONTANARI

PESARO – Presentato al cinema Solaris di Pesaro in via Turati 42, un evento cinematografico omaggio per i 100 anni dalla nascita di Federico Fellini. Il titolo FELLINI 100  che prevede la proiezione di quattro capolavori del grande regista riminesi è stata possibile in quanto LA CINETECA NAZIONALE DI BOLOGNA, l’ACEC, EUROPA CINEMAS, ISTITUTO LUCE  e il cinema SOLARIS , hanno unito le loro energie, per ricordare uno dei più grandi registi della Storia del Cinema e vincitore di ben 5 premi oscar per la regia. In particolare grazie a Silvia Ortolani si è riusciti a portare a Pesaro copie restaurate di film come 8 1/2 presentato al Solaris alle ore 21,00, il 25 febbraio ore 21,00 Lo Sceicco bianco, il 10 marzo ore 21,00 I vitelloni, il 24 marzo Amarcord ore 21,00 e il 21 aprile La dolce vita ore 21,00. I film verranno sempre introdotti e presentati da Gianfranco Angelucci , scrittore, regista, sceneggiatore del maestro Fellini.

La scelta di questi film è data perché meglio raccontano le sfumature della vita di Fellini , come regista e come persona, nel suo quotidiano, i suoi rapporti con gli amici, l’amore, la spiritualità, la società, in fondo, della visione del mondo.

In apertura il 31 gennaio la proiezione di 8 1/2 , fonte d’ispirazione per i più grandi registi della nostra generazione, e non solo, dove riassume tutta la sua poliedricità e le tematiche  che meglio lo caratterizzano. A proposito di 8 1/2 Fellini scrisse:

“In crisi esistenziale e creativa, alle prese con un film da fare, un regista fa una sorta di mobilitazione generale di emozioni, affetti,ricordi, sogni, complessi, bugie. Un misto fra una sgangherata seduta psicanalitica e un disordinato esame di coscienza in un’atmosfera da limbo”.

E in realtà questo grande capolavoro  di Fellini è un Ben Hur del cinema d’avanguardia. Il tentativo di un autoritratto in forma fantastica. Il diario di bordo di un autore. Il rapporto su un ingorgo esistenziale. Un film sulla confusione e sul disordine della vita. Un film del rinnovamento del cinema italiano tra gli anni ’50 e ’60.

Un film in cui i protagonisti sobo gli altri, i vivi e i morti, gli esseri reali e le creature della fantasia.

Il film 8 1/2 Gianfranco Angelucci presenterà il suo libro GLOSSARIO FELLINIANO, 50 voci tratte dalla rubrica di  ARTICOLO 21  rivista sul cinema, che Angelucci tenne dal 2018 al 2019. Laureato a Bologna con una tesi sul cinema di Fellini, Angelucci ha collaborato con il Maestro in vario titolo, fino all’anno della scomparsa di Fellini avvenuta nel 1993. Ha firmato la sceneggiatura  di uno dei film più celebri di Fellini, INTERVISTA   del 1987. E’ autore di numerosi libri su Fellini fra cui FEDERICO F.  e SEGRETI E BUGIE DI FEDERICO FELLINI.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: