Charlemagne Metonyekpon protagonista al Paladionigi di Montecchio

Charlemagne Metonyekpon protagonista al Paladionigi di Montecchio

MONTECCHIO – Il Paladionigi di Montecchio, con una bella cornice di pubblico, ha fatto da palcoscenico per una mista imperniata sul confronto fra Charlemagne Metonyekpon e Sabato Sirica, valevole per la semifinale dei pesi leggeri del trofeo delle Cinture WBC.

Alla fine del confronto, l’arbitro giudice unico Antonio Giubelli, si esprimeva per il primo con il punteggio di 59 a 56. Al di la dei tre punti va subito detto che il combattimento è vissuto su una costante pressione del pugile campano mentre il colored di Castelfidardo si è affidato a colpi d’incontro al volto e ad un notevole lavoro al corpo.

Prima ripresa di Sirico che ha cercato di sorprendere l’avversario ma già dalla seconda Charlie ha preso il largo piazzando un  paio di destri d’incontro e montanti al fegato. La terza ripresa è stata più equilibrata: più attivo Sirica che peraltro ha accusato vistosamente un montante alla figura. Nella quarta tornata è ancora Charlie a mettersi in luce con alcuni precisi colpi di rimessa mentre il campano va spesso a vuoto. Sulla stessa falsariga la quinta mentre nella sesta il pugile di casa, conscio di essere in vantaggio si limita a controllare. Vittoria indiscutibile che lancia Charlie Metonyekpon diritto alla finale e certifica una progressione che lascia ben sperare sul futuro di questo atleta che ha nella velocità di esecuzione e nel tempismo le sue doti migliori. E’ al suo quarto combattimento, tutti con esito positivo, e mostra di migliorare continuamente. I suoi mentori, Gabbanelli e Marra, si mostrano molto fiduciosi nelle possibilità del loro amministrato ed i risultati stanno dando loro ragione.

I nove matches dilettantistici che hanno aperto la riunione sono stati un degno prologo sia dal lato tecnico che da quello agonistico e sono apparsi equilibrati. Due sono terminati con il salomonico pareggio: Ferranti della Nike e Hoxha della Michillo , Galullo della Prima e Toccaceli della Minchillo. Fra le ragazze si è distinta la laziale De Persio che ha regolato Corradetti della Nike che peraltro gli ha dato filo da torcere. Il romagnolo Di Tuccio ha superato Sulcaj della Miami con una boxe più lineare. Manini della Minchillo ha auto ragione di forza su Fiorentini di Castelfidardo, costretto al tappeto da un montante al plesso e tolto di gara opportunamente per sospensione cautelare. Piangerelli della Nike ha superato Kpgo della B.C.Castelfidardo che ha ecceduto in tenute e si è fatto richiamare ufficialmente.

Una riunione, l’ultima dell’anno nelle Marche, che va ascritta fra le migliori e di questo bisogna dare atto alla Miami Fighting Boxe ed al suo tecnico Bulemì che ha siglato la manifestazione e si è prestato al meglio con la collaborazione della Nike del Presidente Romanella, attivo in tutta la regione.

Presente in sala ed applauditissimo Patrizio Sumbu Kalambay, recentemente insignito del Collare d’Oro del Coni, la massima onorificenza per un  atleta.

Ufficiali di Servizio: Sauro Di Clementi, Alberto Lupi, Gianluca Ellena, Musangu Ngeleka; Arbitro Giudice unico dl match professionistico: Antonio Giubelli; Commissario di Riunione: Stefano Di Clementi; medici di bordo ring: Paolo e Roberto Bruscoli; Cronometristi: Daniele Ferri e Antonio Macchia; Annunciatore Andrea Di Benedetto; ragazza immagine Kristel Talamonti. (GF)

I risultati

Professionisti pesi leggeri, semifinale per il titolo WBC delle Cinture: Charlemagne Metonyekpon (B.C.Castelfidardo, Kg 61,9) b. Sabato Sirica ( San Valentino Boxe, Kg 61,1) punti 6 riprese.

Elite 2^ Kg 69: Francesco Di Tuccio (Boxe Cattolica) b. Klajdi Sulcaj (Miami Boxe); Junior Kg 54: Aurora De Persio (DNA Boxe) b. Alessia Corradetti (Nike); Kg 60: Michele Campa (Cattolica Boxe) b. Rodolfo Antonello Carelli (B.C.Castelfidardo); Elite 2^Kg 69: Paolo Umberto Ferranti (Nike) e Kevin Hoxha (Minchillo Boxe) pari; Kg 60: Tommaso Battistoni (B.C.Castelfidardo) b. Alessandro Mannocchi (Audax); Kg 69: Niccolò Banini (Minchillo Boxe) b. Daniele Fiorentini (B.C.Castelfidardo) sospensione cautelare; Elite Kg 81: Michele Santoli (Audax) b. David Veroli (Nike); Kg 69: Leonardo Piagerelli (Nike) b. Victoire Jeremie Kpogo; Elite 2^ Kg 69: Filippo Toccacelli (Minchillo Boxe) e Martin Galullo (Soc. Prima) pari.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: