Verso la fine nelle Marche della sanità pubblica: la sinistra lancia l’allarme

Verso la fine nelle Marche della sanità pubblica: la sinistra lancia l’allarme

Giovedì pomeriggio a Pesaro un incontro nella Sala Rossa del Comune

PESARO – Giovedì 14 novembre, alle ore 17.30, presso la Sala Rossa del Comune di Pesaro, Piazza del Popolo 1, si terrà l’incontro pubblico dal titolo: “L’eutanasia della Sanità. Regione Marche: verso la fine della Sanità pubblica”

Nel confronto verrà approfondito lo stato della Sanità Pubblica nella Regione Marche e sarà l’occasione per discutere le conseguenze delle scelte compiute in tema di Sanità, che hanno avuto e avranno gravissime ripercussioni sui servizi sanitari per tutti i cittadini di Pesaro, Fano e dell’entroterra.

I Comunisti ribadiscono la necessità di una SANITÀ PUBBLICA, con il consolidamento dei servizi di medicina preventiva, terapeutica e riabilitativa di base decentrati nei territori e con più investimenti nei servizi specialistici e nelle risorse umane. Siamo per un modello policentrico e contro l’ospedale unico Pesaro – Fano, e diciamo NO allo smantellamento degli ospedali pubblici, a cominciare da quelli dell’entroterra pesarese e di Fano, evitando che questi ultimi vengano progressivamente sostituiti con delle cliniche private.

Interverranno: 

Beatrice Marinelli, del Comitato Pro Ospedali Pubblici Marche;

Roberto Rossini, segretario provinciale della CGIL Pesaro-Urbino;

Maurizio Belligoni, Medico ed ex presidente dell’Agenzia Regionale Sanitaria delle Marche.

Presiede e coordina:

Claudio Nigosanti, Comunisti per Pesaro

Aderiscono all’iniziativa: il Partito della Rifondazione Comunista, Sinistra Anticapitalista, e il Partito Comunista Italiano. Invitiamo tutti i cittadini a partecipare numerosi.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it