Show della Cucine Lube Civitanova contro Modena: 3-0 e settima vittoria consecutiva in SuperLega

Show della Cucine Lube Civitanova contro Modena: 3-0 e settima vittoria consecutiva in SuperLega

CIVITANOVA MARCHE – E’ della Cucine Lube Civitanova il big match della 6ª giornata della SuperLega Credem Banca. I campioni d’Italia e d’Europa schiantano la Leo Shoes Modena in tre set (25-19, 25-20, 25-18) sfoderando una incredibile prova di forza nel tutto esaurito dell’Eurosuole Forum (4126 spettatori, 62.064 Euro di incasso), e mantengono di conseguenza sia l’imbattibilità che il primato in campionato (7 vittorie su 7, considerando gli anticipi giocati con Perugia e Sora).

La partita

Il tutto nonostante l’assenza pesante di Osmany Juntorena, fermato un problema muscolare e in tribuna. De Giorgi sceglie Kovar per sostituirlo senza stravolgere ulteriormente il suo sestetto, dove sono confermati Simon al centro con Anzani, e Ghafour opposto al regista Bruno. Che sarà grande protagonista del parziale d’apertura anche col servizio, che consente ai cucinieri di tenere costantemente il pallino del gioco in mano (15-10 dopo il contrattacco di Simon che sfrutta la bordata dei nove metri del suo compagno di squadra iraniano), e insieme ad un Leal a tratti inarrestabile in attacco (7 punti, 70% di efficacia) come i centrali (100% per Anzani e 71% per un super Simon), innescati nel finale persino da due ottimi palleggio del multitasking Ghafour.

E’ la battuta l’arma in più del fenomeno Balaso (incredibile cosa riesce a fare in difesa) e compagni nel secondo set: primo break sul 4-2 con un ace del veterano di casa, 14-11 dopo una battuta vincente di Ghafour, quindi 18-14 con la palla corta servita da Brubo, e 24-19 con il quarto ace di squadra, siglato dal bomber Leal. Nel mezzo un cambio palla puntuale come un orologio svizzero (75% di squadra in attacco, con Leal ancora top scorer a quota 5 punti), al cospetto di una Modena che pure viaggia col 65% di efficacia sulle schiacciate (Andreson 7 punti con l’88%), riceve con le stesse percentuali dei marchigiani, ma commette ben 11 errori (alla fine saranno 23 totali) dai nove metri. L’ultimo dei quali, di Bednorz, fissa il 25-20 per la Cucine Lube.

Che sul 2-0, si rende protagonista di un ulteriore monologo nel terzo parziale (sul 10-9 dentro Diamantini per Anzani), con il top scorer Leal (15 punti, 67% in attacco), Simon (9 punti, 78%) e l’mvp Amir Ghafour a recitare ruoli di grandi protagonisti: l’iraniano ha chiuso la partita con 11 punti, il 56% in attacco e un ace.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani 6, Kovar 3, D’Hulst n.e., Marchisio (L) n.e., Massari n.e., Leal 15, Ghafour 11, Rychlicki , Diamantini 2, Simon 9, Bruno 1, D’Amico (L) n.e., Bienek n.e., Balaso (L),. All.: De Giorgi.

LEO SHOES MODENA: Anderson 17, Estrada Mazorra n.e., Iannelli (L) n.e., Truocchio n.e., Rossini (L), Pinali, Zaytsev 15, Bednorz 7, Christenson, Holt 3, Bossi n.e., Salsi n.e., Mazzone 6, Rinaldi n.e.. All. Giani.

ARBITRI: Saimbari – Zanussi.

PARZIALI: 25-19 (30’), 25-20 (27’), 25-18 (32’).

NOTE: Lube battute sbagliate 8, ace 6, muri vincenti 1, ricezione 50% (14% perfette), attacco 62%. Modena battute sbagliate 23, ace 3, muri vincenti 53, ricezione 40% (17% perfette), attacco 53%.

Le parole dei protagonisti

Bruno: “Oggi la battuta di Modena non ha funzionato al massimo aiutando molto la nostra ricezione. Abbiamo gestito bene i palloni in contrattacco contro una squadra molto forte col sistema muro-difesa. Siamo contenti perché Modena è la squadra più in forma del campionato e oggi siamo riusciti a limitarli facendo una partita di grandissima intensità. Continuiamo la scalata verso i primi due posti di Regular Season e la cosa più importante è la crescita della squadra. Ogni giorno è oro per noi, sia in allenamento che in partita, per accrescere il feeling della nuova squadra. Oggi siamo stati veramente tutti bravi. Un grandissimo pubblico che ci ha sostenuto in ogni momento. Un bellissimo spettacolo e quando si vince la soddisfazione è ancora più grande”.

Robertlandy Simon: “Abbiamo fatto una bella partita. Bene in contrattacco. La nostra battuta è entrata bene permettendo buone azioni di muro. Siamo riusciti a vincere i punti importanti soprattutto nelle parti finali dei set. Tre punti importanti, continuiamo sulla giusta strada per arrivare in forma alla prossima competizione, il Mondiale per Club. Giocare senza Osmany? Sapevamo sarebbe stato difficile ma Jiri è in ottima forma e ce lo ha dimostrato”.

Fefè De Giorgi: “L’assenza di Juantorena? Abbiamo trovato degli equilibri che stanno migliorando di partita in partita. Jiri è un buonissimo giocatore che ci dà tranquillità. Abbiamo messo grande pressione al servizio lavorando bene sulle loro palle alte. Abbiamo difeso, c’è stata buona intensità per tutta la gara. I tre punti conquistati oggi sono fondamentali contro una squadra forte che però ha faticato al servizio. Diamantini? Anche lui ha dimostrato di saper stare nel gruppo, quest’anno ci sarà occasione per tutti di essere utili”.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it