Occorre dire basta al bullismo, confronto con gli studenti promosso dalla New San Giorgio Boxing

Occorre dire basta al bullismo, confronto con gli studenti promosso dalla New San Giorgio Boxing

di MASSIMO PIETROSELLI*

PORTO SAN GIORGIO – Si è tenuto con successo, presso il teatro comunale di Porto San Giorgio, l’incontro con gli studenti organizzato dalla società pugilistica “New San Giorgio Boxing & Fitness club” che ha affrontato la tematica del bullismo. Speaker e moderatrice d’eccezione la modella, attrice e Miss Italia 2018, Carlotta Maggiorana.

All’evento denominato  “Stop al Bullismo” hanno partecipato circa duecento studenti del Liceo Artistico Licini e degli Istituti comprensivi Nardi e Don Bosco.

Relatori del dibattito l’avvocato e docente universitario Francesco Fradeani, presidente della Corte d’appello della Federazione Pugilistica Italiana, il consigliere dell’Ordine degli Psicologi di Fermo Silvana Zechini, il criminologo della Polizia di Stato Dr. Vincenzo Longo della Questura di Fermo ed il Tecnico Fpi Matteo Paccapelo della Società San Giorgio Boxing.

Presenti all’evento anche l’assessore allo sport del Comune di Porto San Giorgio Valerio Vespirini, il vice presidente del Comitato regionale Fpi Bruno Cozzi,  il presidente della Nike Pugilistica Fermo Luciano Romanella, il tecnico  Danilo Spurio con il campione regionale nonché medaglia di bronzo italiana categoria Schoolboy  Lorenzo Tulli.

Ha aperto il dibattito il prof. Francesco Fradeani che in qualità di giurista ed esperto  anche di giustizia sportiva ha delineato gli aspetti legali delle condotte tenute dal bullo e del risarcimento dovuto alle vittime le cui spese, spesso sono a carico dei genitori del teppista minorenne. L’avvocato ha evidenziato l’importanza del ruolo educativo dello sport come attività  di prevenzione  sostenendo che “chi pratica sport non può essere un bullo”.

La psicologa Silvana Zechini si è invece soffermata sugli aspetti emotivi del bullo e della sua vittima, invitando poi gli stessi studenti, spesso testimoni di tali condotte ad agire segnalando agli adulti gli atti di prepotenza e prevaricazione.

Il S. Commissario della Polizia di Stato dr. Vincenzo Longo ha innanzitutto illustrato l’interesse dell’Autorità di Pubblica Sicurezza nel fenomeno del bullismo rimarcando che in alcuni casi il Questore può adottare dei pesanti provvedimenti  amministrativi contro gli autori. Il criminologo ha conquistato l’attenzione dell’intera platea quando ha raccontato aneddoti ed esperienze che ha avuto modo di seguire nel corso della sua carriera.

Il dibattito si è  concluso con l’intervento del tecnico federale Matteo Paccapelo che ha esortato gli studenti ad iscriversi a qualsiasi attività sportiva, in particolare al pugilato, sport che forma il carattere e che insegna il rispetto delle regole e dell’avversario.

L’iniziativa ammirevole finalizzata all’educazione e al benessere dei giovani, è stata curata sotto ogni aspetto, dal tecnico Danilo Spurio della New San Giorgio Boxing.

*Delegato Fpi Marche

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: