Dopo la tragedia di Alessandria la testimonianza del Prefetto, delle altre istituzioni e dei cittadini ai vigili del fuoco di Ancona / FOTO

Dopo la tragedia di Alessandria la testimonianza del Prefetto, delle altre istituzioni e dei cittadini ai vigili del fuoco di Ancona / FOTO

Dal comando un sentito ringraziamento alle autorità e ai cittadini per le forti manifestazioni di solidarietà dimostrate

ANCONA – Questa mattina il Prefetto di Ancona, dott. Antonio D’Acunto, ha fatto visita al Comando dei Vigili del Fuoco di Ancona per testimoniare la sua vicinanza e solidarietà ai Vigili del fuoco a pochi giorni dall’esplosione che ha visto la tragica scomparsa di tre loro colleghi ad Alessandria.

Il dottor D’Acunto è stato ricevuto dal Direttore regionale ingegner Felice Di Pardo, dal Comandante, ingegner Dino Poggiali, e dal personale in turno di servizio. Di fronte ad essi il Prefetto ha espresso parole di vicinanza e apprezzamento per la costante opera svolta a tutela della sicurezza della società.

Nei giorni scorsi anche altre autorità, tra le quali il Questore di Ancona, dottor Claudio Cracovia, ed il Dirigente del Compartimento Marche della Polizia Stradale, dottor Dario Sallustio, hanno espresso la loro vicinanza al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco per i vigili del fuoco della provincia.

Ad essi si sono aggiunte le iniziative della Croce Gialla di Falconara e Chiaravalle che hanno portato la loro testimonianza ai Vigili del Fuoco, della Croce Verde di Jesi che ha dimostrato la solidarietà consegnando un mazzo di fiori al distaccamento cittadino; analoga e spontanea iniziativa l’ha avuta una volante del Commissariato di P.S. di Senigallia e dei tifosi dell’Ancona Calcio che allo stadio hanno esposto una scritta ad onore dei Vigili del fuoco caduti nell’adempimento del dovere.

I vigili del fuoco di Ancona vogliono ringraziare autorità e cittadini per le forti manifestazioni di solidarietà dimostrate, rispondendo con sempre maggiore impegno nella loro attività di salvaguardia e tutela della sicurezza dei cittadini ed in generale dei beni del nostro territorio.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it