Terza corsia dell’A14, Forza Italia torna a chiedere la riapertura del negoziato con Società Autostrade

Terza corsia dell’A14, Forza Italia torna a chiedere la riapertura del negoziato con Società Autostrade

ANCONA – Sulla terza corsia dell’A14 riceviamo un intervento del senatore Andrea Cangini, dell’on. Simone Baldelli, del commissario regionale Marcello Fiori e della capogruppo regionale Jessica Marcozzi che ha presentato una seconda interrogazione in Consiglio regionale: “Terza Corsia in A14. Forza Italia non molla. Presentata una seconda interrogazione in Regione. Il Partito attivo a tutti i livelli per riaprire il negoziato con società Autostrade.

“In questi giorni di festività, con fisiologico aumento della circolazione autostradale, prendiamo atto del rigetto dell’istanza dei sindaci della costa alla magistratura di Avellino sul dissequestro temporaneo delle barriere sui viadotti e della richiesta di rimodulazione dei sequestri. Ciò spinge a puntare i riflettori sull’Autostrada. Ma non si po’ parlare di A14 solo in occasione di possibili criticità. L’Autostrada condiziona, infatti, la vita sociale, economica e turistica del Fermano e, più in generale, del sud delle Marche. Le due corsie da Porto Sant’Elpidio verso sud rappresentano una limitazione anacronistica al traffico, al commercio, al trasporto e, soprattutto, alla sicurezza degli automobilisti.

“Ecco perché noi di Forza Italia, nonostante il silenzio e il lassismo dell’Amministrazione regionale, limitatasi a chiedere timidamente solo la sospensione del pagamento del pedaggio, spingiamo anche e soprattutto per la riapertura delle trattative con la società Autostrade. E organizzeremo iniziative al riguardo. Insieme alla Monti-Mare la terza corsia A14 è un’infrastruttura essenziale per il rilancio economico ma anche turistico dei territori. In questa direzione va l’interrogazione della capogruppo regionale Marcozzi, seconda sull’argomento dopo quella del 5 settembre 2018. Uno sprone ma anche un campanello d’allarme rivolto a un’Amministrazione regionale. Seppur finalmente al capolinea, l’inerzia politica non è mai giustificata”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it