Studenti pesaresi presto a Soddo in Etiopia nella missione di Abba Marcello

Studenti pesaresi presto a Soddo in Etiopia nella missione di Abba Marcello

di PAOLO MONTANARI

PESARO – Abba Marcello, ex bancario pesarese, venti anni fa ha dato una svolta alla sua vita. Rimasto vedovo ha deciso, per vocazione e fede, di intraprendere il percorso missionario.

E la sua scelta è stata fra i più poveri della terra, nel territorio di Soddo , nel Sud dell’Etiopia, a cui sta dedicando ogni sforzo fisico, psicologico, economico. Si è formata una associazione degli amici di Candelara, paese originario di Abba Marcello, e una onlus nazionale Smiling children town, che segue il progetto più importante di Marcello Signoretti, detto Abba, un centro d’accoglienza per bambini di strada che ospita circa 140 bambini e ragazzi, che possono trovare un punto di riferimento famigliare ed educativo.

E questo è stato il primo progetto del 54enne Marcello Signoretti arrivato a Soddo, un territorio arido e privo di coltivazioni. In questi anni Abba Marcello ha costruito anche una cooperativa per ciechi, che nel continente africano sono le persone più abbandonate perché non hanno alcuna assistenza.

Attualmente sono 30 persone che costruiscono i mattoni li vendono e possono sopravvivere economicamente. Ma in questi anni Abba Marcello ha fatto tanti servizi: ha gestito due parrocchie e attualmente visita i villaggi della regione di Soddo, per rispondere alle esigenze del territorio, facendo poi costruire una clinica medica, scuole, asili e pozzi per l’acqua.

E in questo momento ha un progetto nel cassetto , di costruire una scuola vicino alla città di Soddo, che ha 100.000 abitanti. Questa scuola deve offrire la possibilità ai giovani di frequentare una scuola superiore, che sarà privata e pagata dunque dagli studenti e con queste quote si potrà continuare a sostenere il centro Smiling children.

E se i giovani sono al centro dell’esperienza educativa di Abba Marcello, vi è un altro progetto che dura da 10 anni ed è quello di tanti giovani pesaresi, studenti delle scuole superiori, arrivano per due settimane nella missione di Abba Marcello do ve intraprendono una esperienza educativa e di solidarietà. Nel mese di agosto scorso, mese delle piogge, giovani del liceo Scientifico e poi del liceo Classico e del Mengaroni istituto d’arte, si sono succeduti nella missione di Abba Marcello.

Tutto questo perchè si è creata una rete fra l’associazione Smiling children e il comune di Pesaro. A novembre e inizio dicembre 2019, si formeranno gruppi di 15 studenti ciascuno che si fermeranno per due settimane. La rete è stata estesa anche agli studenti universitari pesaresi, che studieranno allo Smiling Children in laboratori in inglese. Per questo come associazione abbiamo portato a Soddo 10 computer.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: