Entro l’anno al via la riqualificazione della stazione ferroviaria di Pesaro

Entro l’anno al via la riqualificazione della stazione ferroviaria di Pesaro

di PAOLO MONTANARI

PESARO – Sarà un grande progetto quello che dal mese di settembre partirà con l’accordo fra il Comune di Pesaro e Ferrovie dello Stato, per riqualificare la stazione ferroviaria di Pesaro, o meglio riammodernizzarla e renderla più fruibile alle tante persone, in gran parte pendolari, che ogni giorno transitano nella stazione e i sottopassi, che diventano sempre più inagibili. Per questo motivo il sindaco di Pesaro Matteo Ricci, l’assessore ai lavori pubblici del comune di Pesaro, Enzo Belloni e l’architetto pesarese Marco Tamino che è a diretto contatto con le Ferrovie dello Stato, hanno delineato sette priorità, da realizzare in due fasi entro l’anno 2019.

Nella prima fase dei lavori, occorre riqualificare il piazzale esterno e ingresso della stazione, che è un autentico crocevia di collegamento fra i pendolari e persone che usano il mezzo ferroviario e il vicino piazzale Falcone e Borsellino con il caotico traffico di pullman di linea e non.

Questo comporterebbe in primis il miglioramento della funzionalità e il decoro urbano all’ingresso della stazione. Un ammodernamento dell’asse frontale della stazione che sarebbe di competenza del comune di Pesaro ma anche un ammodernamento interno, che sarebbe di competenza delle Ferrovie dello Stato, con la realizzazione di nuovi spazi, oltre agli attuali biglietteria, bar ed edicola. Ma oltre al front office sono previste anche le procedure per l’acquisizione da parte del comune di Pesaro, di un’area di proprietà delle Ferrovie dello Stato, che si trova alle spalle dei binari, dove è previsto l’ampliamento del parcheggio esistente. Uno spazio che per l’architetto Tamino, deve diventare un luogo dentro la città, non più caotico, ma ordinato e soprattutto al servizio dei tanti pendolar, utenti e turisti.

Il secondo punto per la prima fase di lavori di riqualificazione è il riordino della viabilità e dei parcheggi a  cui seguono i lavori di pavimentazione e ammodernamento del piazzale e l’ampliamento bar e servizi ai passeggeri. In una seconda fase dei lavori, come abbiamo anticipato, vi sarà l’acquisizione, che è da pattuire, del comune da ferrovie di un parcheggio a lato della stazione. Poi una manutenzione del sottopasso della stazione lato Miralfiore, che soprattutto riguarda gli allagamenti e un collegamento con via dell’Acquedotto e la ciclo pedonale. D’altra parte è sempre stata fra i primi punti programmatici del sindaco Matteo Ricci, riqualificare tutto il territorio dalla Stazione a via dell’Acquedotto, perché diventi un punto nevralgico di Pesaro.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: