Un cartellone sempre più ricco per il Rossini Opera Festival

Un cartellone sempre più ricco per il Rossini Opera Festival

Le anticipazioni del sovrintendente del Rof, maestro Ernesto Palacio, in vista della quarantesima edizione in programma a Pesaro dall’11 al 23 agosto

di PAOLO MONTANARI

PESARO – Si svolgerà dall’11 al 23 agosto 2019 la 40a edizione del Rossini  Opera Festival con due nuove produzioni: SEMIRAMIDE  e L’EQUIVOCO STRAVAGANTE e DEMETRIO E POLIBIO opera poco rappresentata al Rof. Sarà un cartellone molto ricco ed innovativo, che è stato presentato nella sede dell’Enit di Roma, alla presenza del sovrintendente del Rof,Ernesto Palacio, il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, l’assessore alla Bellezza e Presidente del Rof, Daniele Vimini, il Presidente della Fondazione Rossini, Gianni Letta e la direttrice marketing e promozione di Enit, Maria Elena Rossi.

Abbiamo incontrato il sovrintendente del Rof, maestro Ernesto Palacio, per parlare di questa 40a edizione del Festival.

“Il Rof sta diventando sempre più un festival internazionale, non solo per la presenza di tanti stranieri a Pesaro, ma anche per i contatti che si stanno tenendo in tutto il mondo. La prima opera in cartellone sarà SEMIRAMIDE, melodramma tragico in due atti di Gaetano Rossi nell’edizione critica della Fondazione Rossini a cura di Philip Gossett e Alberto Zedda. Si tratta di una nuova coproduzione con Opéra Royal de Wallonie che vedrà la presenza del direttore d’orchestra Michele Mariotti, la regia di Graham Vick, un team prestigioso di cantanti, il Coro del Teatro Ventidio Basso e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. L’opera andrà in scena l’11,14,17, e 20 agosto ore 19,00 al Vitrifrigo Arena..

L’altra opera, nuova produzione è L’EQUIVOCO STRAVAGANTE  dramma  giocoso in due atti di Gaetano Gasbarri. Anche quest’opera andrà in scena al Vitrifrigo Arena il 13,16,19 e 22 agosto alle ore 20. IL dramma giocoso sarà diretto da Carlo Rizzi, la regia di Moshe Leiser e Patrice Caurier, bravi interpreti del repertorio semi comico rossiniano, il Coro del Teatro Ventidio Basso e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Infine verrà proposta al teatro Rossini il 12,15,18 e 23 agosto alle ore 20,00 DEMETRIO E POLIBIO, dramma serio  per musica in due atti di Vincenzina Viganò Mombelli. Si tratta della produzione del 2010. L’opera sarà diretta da Paolo Arrivabeni, per la regia di Davide Livermore e scene e costumi dell’Accademia di Belle Arti di Urbino. Fra gli interpreti Jessica Pratt, soprano di fama internazionale nel ruolo di Lisinga. Il coro del Teatro della Fortuna M.Agostini e la Filarmonica Gioachino Rossini, completeranno quest’opera poco conosciuta nel vasto repertorio rossiniano.”

Dunque maestro Palacio, un cartellone variegato, che evidenzia ancora una volta le varie sfaccettature della musica rossiniana. Anche quest’anno vi saranno da corollario dei concerti?

“Si è vero la missione del Rof di fare conoscere la musica di Rossini è l’esprit del nostro Festival. Accanto alle opere vi saranno varie iniziative musicali: il Festival Giovane con un concerto conclusivo al Teatro Sperimentale il 22 luglio alle ore 20,00 con gli allievi dell’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda”. Poi verrà riproposto il 18 e 20 agosto al teatro Rossini IL VIAGGIO A REIMS,riallestimento della storica produzione del 2001. Sempre al teatro Rossini il 14 agosto alle ore 16,00 verrà proposta  LA RICONOSCENZA ,cantata pastorale di Giulio Genoino. La cantata sarà diretta da Donato Renzetti con un buon cast vocale fra cui Carmela Remigio e Mirko Palazzi. Il coro del teatro della Fortuna e la Filarmonica Gioachino Rossini. Quest’anno per il quarantennale del Rof oltre ai tradizionali concerti di belcanto, Soirées musicales e Italian Harmonists per Rossinimania, vi saranno due prestigiosi concerti: il primo lirico-sinfonico al teatro Rossini il 19 e 23 agosto alle ore 16,00 diretti rispettivamente da Carlo Tenan e Andrea Molino, mentre il 21 agosto alle ore 20,30 al Vitrifrigo Arena si terrà il GALA ROF XL  con musiche di Rossini, dirette da Carlo Rizzi, il coro del teatro Ventidio Basso, l’orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e la presenza di un cast stellare di interpreti rossiniani: uno per tutti l’amatissimo tenore Juan Diego Florez”.

Per il sindaco Ricci e il presidente Letta, Pesaro è esempio di collaborazione virtuosa tra istituzioni nel nome di Rossini. Un bel complimento maestro Palacio. Ci può dare qualche anticipazione per il Rof 2020?

” Il Rof nel 2020 si terrà dall’8 agosto al 21agosto. Saranno presentate tre opere poco presenti nei cartelloni rossiniani: MOISE ET PHARAON  per la regia di Pier Luigi Pizzi, ELISABETTA REGINA D’INGHILTERRA  per la regia di Davide Livermore e LA CAMBIALE DI MATRIMONIO  per la regia di L. Dale”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it