Gara di solidarietà tra gli stabilimenti balneari per far ripartire subito le attività di Numana flagellate dal maltempo

Gara di solidarietà tra gli stabilimenti balneari per far ripartire subito le attività di Numana flagellate dal maltempo

Dopo il tifone ecco ombrelloni e lettini dai colleghi. Massimiliano Polacco: “Fiero della generosità nata dagli associati Confcommercio”

NUMANA – Sono bastate poche ore per far partire il tam tam della solidarietà tra gli stabilimenti balneari della costa che non hanno subìto danni dal terribile tifone che martedì pomeriggio si è abbattuto sulla costa adriatica con particolare violenza nella zona sud.

Gli operatori di Ancona, Senigallia, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio si sono mossi nell’immediato per dare ai colleghi di Numana un aiuto concreto per ripartire. Ciò che serve di più sono lettini ed ombrelloni ed ecco che per far fronte alla necessità ognuno sta cercando di togliere qualcosa di suo per dare a chi non ha più un bene di prima necessità per uno stabilimento balneare.

Così nel giro di qualche ora sono stati reperiti, tra i vari stabilimenti, circa 100 pezzi tra ombrelloni, lettini e sdraio con l’obiettivo di arrivare a 300 entro la giornata di oggi. Una volta trovati l’ulteriore esigenza è quella di una consegna veloce e anche in questa fase è fondamentale il ruolo di raccordo di Confcommercio Marche Centrali per arrivare al risultato nel più breve tempo possibile: “Sono fiero della generosità nata dagli operatori di settore associati al Sib-Confcommercio Marche Centrali – il commento del Direttore Confcommercio Marche Centrali prof. Massimiliano Polacco –. E’ nata una vera e propria catena della solidarietà tra i nostri stabilimenti balneari che ha portato subito ad un risultato concreto: reperire cioè ombrelloni, lettini e sdraio da consegnare agli stabilimenti balneari che non ce l’hanno più. Un attestato di sensibilità nei confronti di chi svolge la stessa attività. Adesso vogliamo consegnare il prima possibile questo materiale per dare la possibilità agli stabilimenti di Numana, devastati dal tifone di martedì, di riprendere a lavorare subito. Si creerà una sorta si arcobaleno della solidarietà perché ci saranno negli stabilimenti balneari colpiti, attrezzature di vari colori a comporre un miscuglio originale che potrebbe anche caratterizzare la rinascita di quel tratto di litorale così devastato”.

La consegna del materiale negli stabilimenti balneari di Numana avverrà venerdì alle 12 e 30 con gli operatori che in vista dell’imminente week end potrebbero già avere inserite varie tessere del puzzle di lettini, ombrelloni e sdraio che martedì pomeriggio è stato distrutto dalla furia del tifone.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it