Al Teatro Rossini di Pesaro applauditissimo concerto degli allievi dell’Accademia Alberto Zedda

Al Teatro Rossini di Pesaro applauditissimo concerto degli allievi dell’Accademia Alberto Zedda

di PAOLO MONTANARI

PESARO – Il tradizionale concerto dell’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” al teatro Rossini, anche quest’anno ha simbolicamente inaugurato la stagione del Rossini Opera Festival 2019.

Ben 14 cantanti, provenienti da varie nazioni,diretti dal maestro Ernesto Palacio, che svolge anche il ruolo di Sovrintendente del Rof, hanno portato sul palcoscenico del teatro un repertorio ricco delle migliori arie rossiniane. Accompagnati al pianoforte da Ruben Sanchez-Vieco e Elisa Cerri, si sono potute ascoltare pagine immortali da Il barbiere di Siviglia, L’Italiana in Algeri, La Cenerentola, Il Turco in Italia, Le Comte Ory, Tancredi, La scala di seta, il Signor Bruschino, La cambiale di matrimonio, La gazza ladra, La donna del lago, Semiramide, Matilde di Shabran e il Gran pezzo concertato a 14 voci “Ah! a tal colpo inaspettato”, da Il viaggio a Reims, l’opera che ancora oggi rappresenta il documento più significativo del Rossini Renaissance.

Un concerto in cui si sono succedute le varie voci di soprani, contralti, tenori,bassi e baritoni, con le interpretazioni di brani musicali del repertorio comico e drammatico del grande Gioachino Rossini.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: