Presentato il video Pesaro città d’amare, nato da un’idea di Massimiliano Santini e Alessandro Clini

Presentato il video Pesaro città d’amare, nato da un’idea di Massimiliano Santini e Alessandro Clini

C’è anche una pagina facebook, il messaggio: “Orgogliosi di essere pesaresi, raccontiamo la nostra città nel mondo”. Il sindaco Matteo Ricci: “Ecco il jingle della città, ora dobbiamo farlo diventare virale”

PESARO – Oggi è stato presentato il nuovo video “Pesaro città d’amare” tutta la nostra bellezza raccontata in un video di qualche minuto, un invito ironico e allegro, a visitare la città. Si propone di promuoverla nel mondo, con le immagini dei luoghi più belli: il parco San Bartolo, la Sfera Grande di Pomodoro, il mare, il moletto, il porto. E ancora le albe, il porto, i tramonti, gli eventi, la musica, le spiagge, una città dove si suona e si balla.

“Da questa clip emerge tutta la bellezza di Pesaro – ha commentato il sindaco Matteo Ricci- sono immagini che vediamo quotidianamente ma le diamo per scontate. Può essere utilizzato in molti modi e può diventare il jingle della città,  per la sua efficacia e semplicità.”

“E’ un omaggio alla città di Pesaro – ha precisato  Massimiliano Santini consigliere comunale con delega al coordinamento eventi – una canzone scritta a quattro mani da me insieme ad Alessandro Clini, musiche di Alessandro Clini”.

“Massimiliano ha due capacità – ha aggiunto Ricci-  la prima creare entusiasmo e squadra, la seconda riesce a far emergere l’orgoglio, che i pesaresi hanno ma non riescono ad esternarlo. Il successo del Palio dei Bracieri è stato proprio questo, al di là della manifestazione goliardica, l’aver fatto scoprire alle nuove generazioni il senso di appartenenza alla città, ai quartieri.” “Grazie a Massimiliano sono nati tanti progetti, questo è dal punto di vista comunicativo il più elegante” così Enzo Belloni assessore all’Operatività.

A breve sarà attiva pagina facebook Pesaro città d’amare – ha annunciato Santini – con le informazioni del progetto e vorremmo che diventasse un contenitore di notizie positive che riguardano Pesaro in chiave gioiosa, inviteremo tutti i pesaresi a pubblicare foto. L’idea è di far volare la clip fuori da Pesaro, l’invito è a condividerla il più possibile.”

Un incipit di tutto rispetto, i versi in dialetto pesarese del poeta Carlo Pagnini, inediti e scritti per l’occasione, con sottotitoli in italiano. Al poeta va un ringraziamento speciale per essersi subito reso disponibile con il suo amore smisurato per la città.  “Non cambierei la mia città con nessuna altra città al mondo – ha sottolineato con un filo di commozione Carlo Pagnini – mi piace e mi piace la gente, mi sento fortunato di poter vedere le cose belle che ci sono. Così inizia e finisce il mio discorso. Perché cambiare? Possiamo solo ringraziare”. Ma in tanti hanno lavorato al progetto, “hanno subito accettato – ha evidenziato Santini- senza un compenso, dedicando ore e ore. Persone che amano Pesaro con tutto l’amore del mondo”.  Ecco tutti i partecipanti e i partner:

ATTORI

Carlo Pagnini poeta, attore e storico della città di Pesaro

“Officine Creative Marchigiane” (grafica e comunicazione)

Francesco Agostini, Alex Cavuoto e Marco Bonci “Francesco Agostini Produzioni” (video e fotografia)

Enrico Santini “Rolling Deep” (riprese aeree)

Laura Mungherli “Center Stage Multieducational” (ballo, coreografie e comparse)

Davide Red Battistelli “Lunik Studio” (registrazione)

Giacomo Blandi (musicista)

Marco Carloni (musicista)

Matteo Bruscolini (musicista)

Luca Pacini (musicista)

Nicola Campolucci (musicista)

Giovanni Tonti (musicista)

I  PARTNER

SPONSOR

Avis Comunale Pesaro

Assipalas Assicurazioni

LOCALI

“Bagni Itaca Beach”

“Osteria Maraviglia”

“La Cira”

DJ

“Pale Dj”  – Paolo Manzo

“Barto Dj” – Marco Bartolucci

MEDIA

“Radio Incontro”

“Vivere Pesaro”

“VPlay”

“Primo”
Già le prime frasi della canzone lo spiegano – ha detto Alessandro Clini ideatore del progetto insieme a Massiliano Santini- , parlo un po’ della mia città perché ne sono fiero. Il brano e il video sono prima di tutto per noi, per chi ha perso l’orgoglioso di essere pesarese, per mostrare il nostro patrimonio naturale, culturale ma soprattutto umano.” “Un giorno mi ha messo la pulce nell’orecchio: “Perché non scriviamo una canzone? ”, da lì è partito tutto” così ha raccontato Massimiliano Santini.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it