Presentato Federico Perego, nuovo allenatore della Victoria Libertas Pesaro

Presentato Federico Perego, nuovo allenatore della Victoria Libertas Pesaro

di PAOLO MONTANARI

PESARO – E’ stato presentato in una affollata sala Rossa del Comune di Pesaro, il nuovo allenatore della Victoria Libertas pallacanestro Pesaro, accompagnato dal presidente Ario Costa e dal Ds. Stefano Cioppi.

Fra la società pesarese e il nuovo allenatore Perego, l’intesa è stata quasi immediata, anche se si stava profilando la competizione di Trento per avere come head coach Perego. Ma chi è Federico Perego?

Nato a Lissone il 29 settembre 1984, Perego ha iniziato nel settore giovanile della squadra della sua città la carriera cestistica, prima di approdare all’Aurora Desio. La prima esperienza in qualità di vie allenatore  risale al 2008, alla Prima Veroli dove vince la Coppa di Lega, con Andrea Trinchieri che lo vuole con sè anche a Cantù (2010-2013) dove vince la Supercoppa.

Dopo una parentesi alla Fulgor Omegna (2013-2014) vice allenatore di Gianpaolo Di  Lorenzo, Perego si traferisce in Germania (Brose Bamberg), ancora con Trinchieri, dove vince il campionato per tre stagioni consecutive (2015-2016-2017). Nonostante le dimissioni di Trinchieri , il club tedesco lo conferma vice di Ainars Bragatskis del quale  prenderà il posto nel gennaio di quest’anno , conquistando da capo allenatore la Coppa di Germania e raggiungendo la finale di Champions League. Poi il ritorno in Italia e in una delle capitali del basket italiano: Pesaro.

E’ lo stesso Perego a spiegare questo cambiamento: “Mi accorsi che in Germania stavano cambiando i rapporti societari e allora ho accettato questa nuova sfida. Mi sono subito trovato bene con la società pesarese ed ho le idee chiare che trasferirò ai ragazzi fin dal raduno del 17 agosto, che devono essere responsabili del percorso che devono fare. Non vedo l’ora di iniziare.” E a chi gli fa osservare che il prossimo anno il campionato italiano sarà ancora più selettivo con tre squadre in più e una selezione più pesante, Perego risponde che “il lavoro per un campionato competitivo deve essere ancora più centrato ed andare per la nostra strada. con fiducia e positività”. Sarà un contratto biennale quello stipulato con Perego, ha sottolineato il presidente Ario Costa, che ha aggiunto che voleva fare un regalo al nuovo coach, con l’acquisto di Poeta, che poi ha dirottato per un’altra squadra. “Nella mia squadra,ha aggiunto Perego, possono giocare tutti i giocatori, che si impegnano seriamente negli allenamenti e partite, al di là dell’età. Voglio sviluppare un gioco corale in cui si evidenzino due fattori: l’atletismo e l’identità difensiva.” E Perego ha riconfermato ll team tecnico dell’anno scorso. “Non credo nei porta borse: chi si presenta in campo e si allena deve essere sempre pronto. Il mio impegno sarà continuo nelle 24 ore e dovrò stabilire un sistema difensivo solido. Credo molto nella scuola italiana e ben venga il ricambio generazionale”. Ma la squadra 2019-2020 si sta formando? La risposta del nuovo coach è stata vaga, anche perchè ancora non bolle niente in pentola, salvo che “stiamo vedendo molti giocatori”. “Mi rendo conto che la piazza di Pesaro come Cantù vive di amore per il basket, vissuto con passione”.

Poi il presidente Ario Costa, ha voluto togliersi il classico sassolino dalla scarpa: “C’è qualcuno che sta screditando Pesaro, ma in realtà tutti quanti vorrebbero venire a Pesaro. Federico ha creduto in questo progetto”. Infine l’ augurio del d.s. Stefano Cioppi: “sono contento di lavorare con Federico Perego e sicuramente Pesaro ne ha guadagnato in credibilità con la speranza che questa avventura sportiva possa durare oltre i due anni”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: