Con due belle poesie l’omaggio del poeta Fabio Strinati al grande pittore ed incisore marchigiano Carlo Iacomucci

Con due belle poesie l’omaggio del poeta Fabio Strinati al grande pittore ed incisore marchigiano Carlo Iacomucci

MACERATA – Il poeta Fabio Strinati ha deciso di omaggiare il pittore ed incisore Carlo Iacomucci per i suoi 70 anni, attraverso l’uso terapeutico della poesia, dedicandogli un componimento lirico che prende vita e forma all’interno di un’anima nobile, sintonizzata con le arti più profonde che risiedono nella genialità della vita. Poesie che nascono da un angolo d’immaginazione, dove prendono forma le più alte creatività dell’esistenza.

———-
IL GENIO

A Carlo Iacomucci

L’estro penetra scava la sua linea,

scruta esile mistero, s’assottiglia

sfrenato guizzo d’uno studio

raro agli occhi della vita

quando si nutre di fertile magia.

Lo sguardo acceso, le tante storie

narrate in un tragitto avvolto

nel genio e nella classe;

tutto è custodito sotto cupole

di stelle, l’inventiva del Maestro!

*********************

Scava nel cielo nuvola leggiadra,

“acquaforte” odor di temporale

a Portobello Road. Paesaggio

mistico d’un’anima immersa

nelle torri, nei luoghi

dove crescono fertili i semi

della germinazione; negli spazi siderali

inciso è il tuo nome al tetragono,

nell’ampia cupola così nel firmamento.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: