“A quasi tre anni dal terremoto le case, le scuole e i luoghi di lavoro sono sicuri?”

“A quasi tre anni dal terremoto le case, le scuole e i luoghi di lavoro sono sicuri?”

Continua l’attività formativa della Federazione regionale Ordini degli Ingegneri delle Marche con due importanti iniziative a Fermo e Pesaro. Il punto con il professor Sergio Lagomarsino negli incontri tecnici su calcolo strutturale e strutture in muratura

ANCONA – Sono trascorsi poco meno di tre anni dal sisma che ha devastato i territori della Regione Marche e il tema della sicurezza delle scuole, degli edifici in cui viviamo, dei luoghi di lavoro è ancora oggetto di forti criticità e discussioni. Proprio questa sarà la materia su cui verteranno gli ormai prossimi seminari del Prof. Sergio Lagomarsino, uno dei maggiori esperti di terremoti e di verifiche sismiche del costruito esistente in Italia. Anche grazie al suo apporto sono nate le normative sismiche sull’esistente, a partire dall’OPCM 3274 del 2003, fino alle più recenti Norme Tecniche sulle costruzioni 2018 con cui nelle Marche in questi mesi si stanno effettuando le Verifiche sismiche delle Scuole.

Dopo gli incontri tecnici tenuti agli inizi del mese di aprile a Macerata e Ancona la Federazione regionale in collaborazione con tutti gli Ordini provinciali degli ingegneri delle Marche, ha organizzato in sinergia con la casa software S.T.A. DATA, due importanti seminari che vedranno la partecipazione del Prof. Sergio Lagomarsino della Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Genova e dell’Ing. Valeria Seggiaro in rappresentanza della sopraccitata casa di produzione software.

Il primo appuntamento è fissato per il 9 maggio 2019 dalle ore 9.30 alle ore 17.00 presso la sede dell’Ordine degli Ingegneri di Fermo, mentre il 10 maggio 2019 dalle ore 9.30 alle ore 17.00 ci si incontrerà nella sede dell’Ordine degli Ingegneri di Pesaro Urbino.

Le lezioni del Prof. Lagomarsino saranno dedicate al tema: “Modellazione, analisi e verifica di edifici esistenti in muratura: novità e problematiche aperte”.

L’Ing. Seggiaro si occuperà, invece, di: “Calcolo delle strutture in muratura: analisi, considerazioni, buone pratiche alla luce delle NTC 2018: · Modellazione dei materiali e legami multilineari. · Analisi sismica globale e di parete singola. · Azione sismica in direzione generica”.

Entrambi i seminari saranno aperti dal Presidente di Federazione regionale Ing. Massimo Conti e dai presidenti dei rispettivi ordini provinciali di Fermo e Pesaro, Ing. Antonio Zamponi e Ing. Giorgio Fazi.

Agli incontri, oltre ai tecnici di settore, parteciperanno anche vari dirigenti dei maggiori comuni e delle provincie marchigiane che stanno provvedendo alle verifiche simiche delle scuole. Si tratterà, quindi, ottime occasioni di condivisione di scambio d’esperienze e competenze su un tema tanto complesso e di rilevante interesse sociale.

Le iscrizioni ai due moduli formativi sono ancora aperte e, tramite una sezione dedicata, si possono sottoporre quesiti ai tecnici di S.T.A. DATA che verranno inviati alla casa software prima degli incontri.

Il professor Sergio Lagomarsino (nella foto) dal 2000 è Ordinario di Tecnica delle costruzioni presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica e Ambientale Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Genova. Attualmente è Presidente del corso di laurea magistrale in Ingegneria Edile-Architettura e Coordinatore del Dottorato in Ingegneria Strutturale e Geotecnica. È autore di oltre 250 articoli, molti dei quali pubblicati su riviste internazionali ed è stato coordinatore di alcuni importanti progetti di ricerca, finanziati dal MIUR, dalla Protezione Civile e dalla Commisione Europea. Attualmente coordina il progetto Europeo PERPETUATE – PERformance-based aPproach to Earthquake proTection of cUlturAl heriTage in European and mediterranean countries e il progetto Metodologie di analisi e modellazione di muratura multistrato per la conservazione del costruito storico. È membro del consiglio scientifico dell’Associazione Nazionale Italiana di Ingegneria Sismica e vice-presidente dell’Associazione per il Recupero del Costruito. Fa parte dei comitati editoriali di prestigiose riviste nazionali e internazionali tra cui: Ingegneria Sismica e Progettazione sismica, International Journal of Architectural Heritage ed Earthquakes and Structures. Ha contribuito alla redazione delle ultime normative sismiche (OPCM 3274, NTC 2008), relativamente alle parti sulla progettazione delle costruzioni in muratura e sulla valutazione delle costruzioni esistenti. Ha fatto parte del gruppo di lavoro, istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Protezione Civile ed il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che ha redatto le Linee Guida per la valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale.

—————————

S.T.A. DATA è una software house fondata nel 1983 da Adriano Castagnone, ingegnere strutturista e pioniere del software scientifico per l’ingegneria strutturale. L’azienda, nata per offrire servizi, formazione e consulenza all’ingegneria civile, ha da sempre uno spiccato interesse per il settore IT, intravedendo le grandi opportunità di applicazione nella progettazione e nel calcolo. Grazie a un continuo lavoro di sviluppo e alla collaborazione con il mondo dell’università e dei professionisti, è sempre in grado di offrire soluzioni avanzate e costantemente aggiornate.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: