Per la Lube nona vittoria di fila in SuperLega (3-0 su Vibo), Regular Season chiusa al terzo posto: nei Quarti Playoff c’è Verona

Per la Lube nona vittoria di fila in SuperLega (3-0 su Vibo), Regular Season chiusa al terzo posto: nei Quarti Playoff c’è Verona

CIVITANOVA MARCHE – Si chiude con una vittoria, la nona di fila in campionato, la Regular Season Credem Banca 2018/19 della Cucine Lube Civitanova, che nella 13ª giornata di ritorno batte con punteggio netto Vibo Valentia (3-0: 28-26, 25-22, 25-15) davanti ai 3 mila spettatori dell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche.

Squadre che si presentano all’appuntamento con i rispettivi destini già scritti: Vibo salva e da stasera in vacanza, mentre la Cucine Lube in virtù della vittoria di Trento nell’anticipo di ieri chiude la stagione regolare al terzo posto, e nei quarti di finale dei play off scudetto se la dovrà vedere con Verona (Gara 1 domenica prossima a Civitanova).

La partita

In virtù di ciò sono davvero tante le novità nei sestetti iniziali, specialmente nella metà campo di casa dove Ferdinando De Giorgi utilizza i soli Sokolov e Cester dei titolari abituali. Tra i calabresi c’è invece Marsili al palleggio al posto di Zhukouski, febbricitante.

I cucinieri si aggiudicano il set d’apertura in rimonta, dopo essersi trovati sotto anche di cinque lunghezze (11-16). Sul 22-24 un contrattacco vincente di Sokolov e il successivo ace di Massari annullano i primi due set point ai calabresi (ne avranno 4), che ai vantaggi si arrendono dopo un muro di Cester (27-26), seguito nell’azione successiva da uno splendido contrattacco in pipe ancora di Massari (28-26).

Nel secondo set la partenza buona è dei marchigiani (15-10), che però si fanno riacciuffare a quota 17. Nel testa a testa finale, comunque Vibo si scioglie nuovamente, stavolta in concomitanza dell’ingresso in campo dell’inedita diagonale Bruno-Cantagalli. Il registra brasiliano piazza l’ace del nuovo break sul 21-19, che fa da preludio alla fuga decisiva (24-21 dopo un fallo in palleggio di Marsili). Chiuderà sul 25-22 capitan Stankovic, inserito anche lui nel finale, al posto di Cester.

Il terzo parziale è un monologo della Cucine Lube Civitanova, che sfodera un sontuoso Diamantini al centro (11 punti con 4 muri e l’86% di efficacia in attacco) e sul 18-10 getta nella mischia anche il giovane americano Brenden Sander. Firmerà lui il punto del 25-15 finale. Jacopo Massari è eletto Mvp dai giornalisti presenti, forte di 12 punti col 56% in attacco e il 54% in ricezione su 13 palloni giocati.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 4, Kovar 8, D’Hulst 1, Marchisio (L), Massari 12, Stankovic 1, Sander 2, Diamantini 11, Leal n.e., Cantagalli 1, Cester 9, Simon n.e., Bruno 1, Balaso (L) n.e.. All. De Giorgi.

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Zhukouski n.e., Marra (L), Cappio (L) n.e., Vitelli 9, Marsili 1, Skrimov 7, Barreto 3, Domagala 3, Al Hachdadi 11, Presta, Strohbach 1, Focosi n.e., Mengozzi 7, Lopez 2. All. Bagnoli.

ARBITRI: Lot (TV) – Rapisarda (UD).

PARZIALI: 28-26 (30’), 25-22 (24’), 25-15 (21’).

NOTE: spettatori 3064, incasso 27.318,00 Euro. Lube battute sbagliate 10, ace 5, muri vincenti 7, 59% in attacco, 57% in ricezione (37% perfette). Vibo: battute sbagliate 19, ace 3, muri vincenti2 , 50% in attacco, 50% in ricezione (30% perfette)

Le parole dei protagonisti

Giuseppe Cormio: “Dobbiamo essere soddisfatti, abbiamo fatto un punto in più dello scorso anno, abbiamo perso una partita in meno. Dobbiamo programmarci un percorso che è già complicato, ci aspetta il quarto di finale contro Verona, ed è forse il turno più difficile perché si gioca due su tre quindi non sarà permesso sbagliare, dovremo stare molto attenti. Tutti pronosticano le quattro favorite per le semifinale ma io consiglio di stare bene con la testa ai quarti, perché sarà un turno complicato. Abbiamo puntato sul creare un grande gruppo, e oggi l’abbiamo potuto dimostrare scendendo in campo con una squadra diversa”.

Jacopo Massari: “Sono contento per la squadra siamo riusciti a fare una buona partita, non valeva tanto dal punto di vista della classifica, ma valeva per i valori che erano in campo, per noi, per la squadra, per la continuità dei risultati. Importante anche per quelli che hanno avuto meno spazio durante la stagione e che oggi ha trovato un momento per dare prova di quello che era stato fatto durante gli allenamenti della stagione. Non è sempre automatico giocare bene e oggi è stata questa la prova importante. Ci aspetta Verona per i quarti di finale di alto livello, noi siamo pronti e carichi per la prima partita”

Andrea Marchisio: “Non è stato facile, vengo da un anno in cui non ho trovato molto spazio, perché era giusto che la squadra trovasse certe dinamiche e che quindi le riserve facessero il ruolo di riserva. Un primo set faticoso, poi sono riuscito a trovare il ritmo, ci siamo aiutati molto tra di noi e credo che alla fine abbiamo fatto una buona prestazione. Un 3 a 0 che anche se non serve per la classifica, dà umore a tutta la squadra. Verona è una grande squadra, ci ha dato filo da torcere in campionato, però noi siamo la Lube e quindi le ambizioni sono alte e chiunque abbiamo davanti dobbiamo giocare la nostra miglior partita e andare il più avanti possibile”

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it