Al Teatro Rossini di Pesaro un originale concerto con il soprano Cristina Zavalloni e il pianista Andrea Rebaudengo

[themoneytizer id=17589-1]

Al Teatro Rossini di Pesaro un originale concerto con il soprano Cristina Zavalloni e il pianista Andrea Rebaudengo

di PAOLO MONTANARI

PESARO – Un concerto originale dal titolo Voci dal ‘900: salotti, guerre e ricette di cucina, è stato eseguito al teatro Rossini per la 59esima stagione concertistica 2018/2019 dell’Ente Concerti di Pesaro.

Sul palcoscenico la voce soprano Cristina Zavalloni  e il pianista Andrea Rebaudengo, che hanno presentato un concerto particolare, che va dal cabaret ai suoni-voci specializzati. Gli autori sono stati diversi e tutti importanti nella storia della musica del Novecento: Erik Satie con La dive de l’empire, vicina all’atmosfera del music-hall parigino. Kurt Weill di cui la brava cantante ha eseguito tre brani molto belli: Speak Low  e due ritratti femminili tratti dall’Opera da tre soldi Barbara Song e dall’opera Happy End: Surabaya Johnny.

Due figure femminili diverse fra loro in cui il grande compositore tedesco evidenzia la forza, la determinazione, ma anche la fragilità e il sentimento dell’amore.E dello stesso Weill il pianista Rebaudengo ha eseguito Intermezzo per pianoforte solo.. Poi le sconosciute canzoni di Cabarte di Arnold Schoenberg, il fondatore della scuola Dodecafonica, che evidenziano la freschezza musicale. Poi dal libro di canzoni di Brecht/Eisler il brano An den kleinen  radioapparat  e da The good woman uber der selbstmord bettel-lied.  Infine di Leonard Bernestein le originali ricette da cucina La bonne cuisine, quattro ricette da cucina.

Un concerto per intenditori che andava preparato, per ascoltare una musica nuova.

(Le foto sono di Marta Fossa)

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it