Quando la pace è volontariato, premiate ad Ancona le scuole di Civitanova, Senigallia, Macerata e Terre Roveresche

Quando la pace è volontariato, premiate ad Ancona le scuole di Civitanova, Senigallia, Macerata e Terre Roveresche

Alla Mole Vanvitelliana 400 studenti da tutte le Marche per la XII Giornata regionale della Pace. In apertura il ricordo della tragedia alla Lanterna Azzurra di Corinaldo con gli psicologi dell’emergenza. Sul palco testimonianze di volontariato e la musica di Mirkoeilcane

ANCONA – Musica, colori, immagini e testimonianze hanno animato la XII Giornata regionale della Pace che si è svolta oggi all’auditorium della Mole Vanvitelliana di Ancona. Circa 400 studenti, provenienti da tutte le Marche, hanno partecipato all’evento dedicato quest’anno al tema “Pace è volontariato”, organizzato dal Consiglio regionale, in collaborazione con Università per la pace e Istituto scolastico regionale. L’iniziativa si è svolta un mese dopo, rispetto alla data prevista, in seguito ai tragici fatti avvenuti a Corinaldo. Tra i primi soccorritori la notte del 7 dicembre c’erano anche gli psicologi volontari dell’Ape, (associazione psicotraumatologia dell’emergenza) che hanno spiegato ai ragazzi, in apertura della giornata, l’importanza di aiutare le vittime attraverso l’ascolto. «Vogliamo ringraziare tutti i soccorritori di quella notte – ha detto il presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo –. Il mondo del volontariato, che oggi celebriamo come forza che contribuisce a una società di pace, si è speso anche in questa drammatica circostanza».

«La crisi di fiducia tra cittadini ed istituzioni persiste – prosegue Mastrovincenzo – ma ciò non ha impedito ai marchigiani di partecipare in maniera crescente alle attività di volontariato, aumentate del 9% anche negli anni della crisi, con quasi 2000 associazioni regionali. Il volontariato è una risposta alla paura, una forza vitale di cambiamento. Come ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo messaggio di fine anno è l’Italia che ricuce e dà fiducia».

Dopo aver ricordato Silvia Costanza Romano, la cooperante italiana catturata in Kenia, il presidente ha invitato i ragazzi a dedicare il proprio tempo agli altri, «battendovi per le vostre idee e rigettando la moda dell’insulto e dell’odio». Sul palco sono saliti quattro testimoni che hanno fatto del volontariato una scelta di vita: Gianluca Frattani del Centro servizi volontariato Marche, Simone Breccia, direttore della Caritas Diocesana Ancona-Osimo, Francesca Pulcini, Presidente Legambiente Marche, e Roberto Maccaroni, infermiere volontario di Emergency. Un messaggio di pace e accoglienza è arrivato anche dalla musica del cantautore romano Mirkoeilcane, vincitore di Musicultura 2017, che ha aperto la sua esibizione con “Stiamo tutti bene”. Il brano, presentato a Sanremo un anno fa, racconta il tragico viaggio a bordo di un barcone di un bambino emigrato. L’emigrazione è al centro anche delle prossime iniziative dell’Università per la pace, come ha annunciato il presidente Mario Busti: «Vogliamo, senza polemica, rispondere ai luoghi comuni e ai pregiudizi, portando fatti, dati, volti ed esperienze».

Nell’auditorium anche le voci dei piccoli “Pueri cantores” di Macerata e l’animazione del “Baule dei sogni”, l’associazione dei clown dottori, volontari del sorriso all’ospedale Salesi di Ancona. La mattinata si è conclusa con la premiazione delle scuole e la consegna degli attestati da parte del presidente Mastrovincenzo, il consigliere regionale Boris Rapa, il presidente Busti e Mirkoeilcane. Sono circa 100 i lavori inviati per il concorso “Pace è volontariato”, che ha previsto elaborati grafici per le elementari e medie, un video o un elaborato scritto per le superiori. I ragazzi hanno approfondito il tema non solo documentandosi in classe, ma anche incontrando associazioni e rappresentanti del terzo settore. La classe vincitrice per le scuole primarie è la V B Scuola elementare Da Vinci, Istituto Comprensivo Sanzio di Falconara Marittima.

Per le scuole secondarie di primo grado la Classe III E Scuola media “Caro”, Istituto Comprensivo Via Ugo Bassi di Civitanova Marche. Per le scuole superiori, la sezione video è stata vinta dalla Classe III C Liceo “Medi” di Senigallia; la sezione scritti dalla I B (quarta Ginnasio) del Liceo Classico “Leopardi” di Macerata. Quest’anno, per la prima volta, è stato previsto il concorso “La Pace”, rivolto esclusivamente ai bambini delle scuole dell’infanzia. Il primo premio è andato al disegno della scuola San Giorgio, Istituto comprensivo Giò Pomodoro di Terre Roveresche (PU). Alle quattro classi vincitrici della regione, scelte tra i classificati delle sezioni provinciali, è stato consegnato un assegno del valore di 1000 euro. (l.v.)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: