Da Fermo proposte per contrastare l’abbandono scolastico

Da Fermo proposte per contrastare l’abbandono scolastico

In programma venerdì 18 il workshop promosso dal centro ‘L’angolotondo’ sui metodi di studio personalizzati per intervenire sui disturbi dell’apprendimento

FERMO – Un ragazzo su tre dal 1995 a oggi, in Italia, non ha concluso le scuole superiori: oltre tre milioni e mezzo di studenti hanno abbandonato gli studi negli ultimi 20 anni, su un totale di quasi 11 milioni e mezzo. Ma cosa fare per contrastare il fenomeno? Se ne parla a Fermo, nell’incontro “Dallo stile di apprendimento al metodo di studio: a ciascuno il suo”, promosso dal Centro ‘L’angolotondo’, struttura sanitaria ad alta specializzazione in neuro-psico-pedagogia dello sviluppo, accreditato con eccellenza dalla Regione Marche per svolgere attività di diagnosi e certificazione dei disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa).

L’appuntamento è per venerdì 18 gennaio alle 15.00 nella sala convegni della Croce Verde, in piazzale Tupini.

Dagli stili di apprendimento al metodo di studio come fattore di protezione durante il percorso scolastico, l’incontro pone in primo piano la necessità di offrire agli studenti, in modo particolare ai ragazzi con disturbi di apprendimento, metodi di studio personalizzati per agevolare il raggiungimento degli obiettivi educativi e didattici, contrastando, nel contempo, l’abbandono scolastico.

Il programma: alle 15.00 saluti e introduzione del pediatra Elio Restuccia e dello psicologo Maurizio Micozzi. Alle 15.15 ‘Stili di apprendimento, metodo di studio, verifiche’, con la logopedista, formatrice dell’Associazione Italiana Dislessia e docente al corso di Alta Formazione in “Tecnico dell’apprendimento specializzato in attività dopo scolastiche per Dsa”, Mariangela Berton, modera Valentina Giostra pedagogista clinico. Alle 18.30 ‘Il metodo di studio come fattore di protezione durante il percorso scolastico’, con la dirigente psicologa dell’Asur Area Vasta 4 di Fermo, Rosita Mori, modera lo psicologo e psicoterapeuta Claudio Pederzani. Dalle 19.00 dibattito e conclusione dei lavori alle 19.30.

Il seminario, a ingresso gratuito, è rivolto a Dirigenti scolastici, insegnanti, genitori, pedagogisti, psicologi, educatori e logopedisti ed è patrocinato da Comune, Ambiti Territoriali XIX, XX e XXIV e dall’Associazione Italiana Dislessia. L’iscrizione può essere effettuata telefonicamente (0734.605451 – 371.3539532) o via mail (info@langolotondo.info

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it