Matteo Salvini nella discoteca di Corinaldo: “Non servono nuove leggi, serve la coscienza di rispettare quelle esistenti”

Matteo Salvini nella discoteca di Corinaldo: “Non servono nuove leggi, serve la coscienza di rispettare quelle esistenti”

CORINALDO – Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è arrivato nel pomeriggio, in elicottero, a Corinaldo, atterrando nel campo sportivo. Poi si è recato nella discoteca Lanterna Azzurra, dove questa notte si è consumata l’immane tragedia che ha causato la morte di cinque ragazzi e di una giovane mamma.

“Le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, la Magistratura e tutte le Istituzioni – ha detto il vice premier – stanno lavorando per darci delle risposte il prima possibile.  Nel frattempo chiedo una preghiera per le persone che hanno perso la vita e per quelle che stanno ancora lottando per salvarsi”.

“Se qualcuno ha sbagliato – ha poi aggiunto il ministro dopo la visita all’esterno e all’interno della discoteca Lanterna Azzurra  –  pagherà. Non penso che sei morti siano stati causati solo dalla fatalità”. Ai giornalisti che hanno ricordato come questa discoteca avesse già avuto problemi in passato, in fatto di rispetto delle norme di sicurezza, il ministro Salvini ha quindi detto: “Chiederemo conto a tutti. Se c’è un evento che raduna migliaia di persone evidentemente devi avvisare le pubbliche autorità. Valuteremo se tutti hanno fatto quello che dovevano. Temo di no”.

“La sala principale – ha quindi aggiunto il ministro – aveva una capienza di 870 persone, mentre sono stati venduti più di 1300 biglietti”. “Non si può morire a 14 anni in questa maniera – ha proseguito Matteo Salvini -. Non servono nuove leggi, serve la coscienza di rispettare quelle esistenti. Se non di mera fatalità si trattasse chi ha sbagliato e ha cinque ragazzi ed una giovane mamma sulla coscienza dovrà pagarne tutte le conseguenze”.

“Qualcuno ha commesso degli errori. Non occorre un luminare – ha poi aggiunto il ministro dell’Interno – per intuire che, probabilmente, con una capienza inferiore il danno sarebbe stato limitato”.

Nelle foto: l’arrivo del ministro dell’Interno Matteo Salvini nel piazzale antistante la discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo; la visita nell’area dove si è consumata la tragedia (l’uscita di sicurezza posteriore); la conferenza con i giornalisti dopo la visita all’interno della struttura ed un breve incontro con alcuni cittadini

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: