SuperLega, con Siena arrivano per la Lube altri tre punti: 3-1 all’Eurosuole Forum nell’anticipo della nona giornata

SuperLega, con Siena arrivano per la Lube altri tre punti: 3-1 all’Eurosuole Forum nell’anticipo della nona giornata

CIVITANOVA MARCHE – L’anticipo della 9ª giornata regala alla Cucine Lube Civitanova la quarta vittoria di fila in SuperLega Credem Banca, la seconda nello spazio di tre giorni all’Eurosuole Forum, anche stasera gremito da 2916 spettatori.

I cucinieri, che con la vittoria odierna scavalcano momentaneamente al secondo posto in graduatoria l’Azimut Modena (avversaria domenica al Pala Panini), hanno battuto in quattro set l’Emma Villas Siena (32-30, 25-15, 20-25, 25-18) complicando ulteriormente la classifica dei toscani, ancora a secco di vittorie dopo otto partite giocate.

La partita

Per i vice campioni del mondo allenati da Giampaolo Medei, che per l’occasione ha riproposto Leal titolare in banda e Cester al centro con Simon, è stata comunque tutt’altro che una passeggiata.

Vedi il primo set in cui l’Emma Villas, appoggiandosi su Hishikawa e Maruotti (6 punti a testa, per il secondo 57% in attacco e 2 muri), dal 22-24 trascina i marchigiani fino al 32-30. Arrivato con un mani out vincente di Leal (6 punti, 55%) alla settima palla buona per chiudere, e dopo due set-ball registrati pure in favore dei senesi. La Lube schiaccia col 62% di squadra, e nel mucchio brillano soprattutto l’80% di Simon su 7 primo tempi, e il 70% di Juantorena, autore di 8 punti.

Numeri importanti, che nella metà campo della squadra di casa permangono anche nel set successivo. In cui Bruno e compagni giocano in scioltezza, prendendo un buon gap già in avvio (9-6) e poi allungando sul turno al servizio del solito trascinatore Osmany Juantorena (6 punti, col 100% in attacco). Il 17-12 arriva con un suo ace, il + 6 matura invece subito dopo con un muro vincente del connazionale Simon (18-12). Siena? Abbassa vertiginosamente le percentuali di ricezione (38%) e attacco (39%), e soprattutto concede agli avversari ben 11 errori punto. Il parziale si chiude 25-15.

Lo 0-2 non demoralizza però i toscani, che anzi riordinano le idee nel terzo set, al cospetto di una Lube tutto d’un colpo molto deficitaria in ricezione. Dopo gli errori in serie di Leal (12-15) e Juantorena (15-19), è allora Hernandez (7 punti, 64%) a prendere per mano i suoi, riaprendo di fatto la partita dopo la schiacciata che ha fissato il 20-25.

Ancora per poco, perché nel quarto parziale la Cucine Lube Civitanova torna a dettare legge, e lo fa ancora con Juantorena gran protagonista. Per lui 24 punti (62% in attacco, 65% in ricezione su 20 palloni giocati, 2 muri e 2 ace) e il titolo stra meritato di Mvp della serata.

Il tabellino 

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 9, D’Hulst n.e., Marchisio n.e., Juantorena 24, Massari n.e., Stankovic n.e., Diamantini 2, Leal 14, Sander n.e., Cantagalli, Cester 5, Simon 15, Bruno 4, Balaso (L). All. Medei.

EMMA VILLAS SIENA: Giraudo, Cortesia, Spadavecchia 1, Marouf 1, Giovi (L), Gladyr 11, Vedovotto, Mattei 2, Caldelli n.e., Ishikawa 13, Fedrizzi n.e., Johansen n.e., Maruotti 9, Hernandez 17. All. Cichello.

ARBITRI: Zavater (RM) – Frapiccini (AN).

PARZIALI: 32-30 (38’), 25-15 (25’), 20-25 (28’), 25-18 (24’).

NOTE: spettatori 2916, incasso Euro 24680,00. Cucine Lube: battute sbagliate 19, ace 8, muri vincenti 8, 55% in attacco, 46% in ricezione (23% perfette). Siena: battute sbagliate 18, ace 3, muri vincenti 5, 48% in attacco, 41% in ricezione (21% perfette).

Le interviste del dopo Lube-Siena

Osmany Juantorena: “Erano tre punti importanti da vincere e abbiamo raggiunto l’obiettivo. Nel primo set ci siamo rilassati troppo, ma può capitare, e Siena è stata brava ad approfittarne. Noi comunque siamo rimasti attaccati alla partita fino alla fine e questo ci ha portati alla vittoria. Adesso pensiamo al match contro Modena che è una squadra molto forte e che sta facendo molto bene, dobbiamo confrontarci e vedere a che punto siamo nella costruzione della squadra”.

Enrico Diamantini: “Sono entrato in campo nella parte decisiva della partita ma sapevo quello che dovevo fare. Eravamo in un momento di difficoltà, siamo stati bravi a portare a casa la partita. Sapevamo che Siena, nonostante le sette sconfitte precedenti, è una squadra molla mai. Peccato per il terzo set dopo un secondo in cui avevamo vinto bene. Ora penseremo a Modena, sappiamo che non è una sfida semplice ma andremo là per batterci”.

Giampaolo Medei: “Siena è un avversario di tutto rispetto, una squadra che non molla mai, con giocatori di ottimo livello, e quindi il merito va a loro per averci messo in difficoltà, per una squadra ben organizzata. Ci sono dei lati positivi: abbiamo tenuto punto a punto il primo set e lo abbiamo vinto, il nostro servizio in alcuni momenti della partita è stato decisivo, e la nostra difesa e contrattacco ha funzionato. Purtroppo però commettiamo troppi errori, siamo noi che ci complichiamo alcune situazioni: nel terzo set abbiamo regalato quattro o cinque cambi palla, con errori in ricezione e in costruzione di gioco. Mi aspetto dai miei giocatori che non si facciano certi errori, visto il loro altissimo livello. Commettendo tanti errori si fa fatica a riprendere il gioco e questo condiziona la partita. Lavoreremo soprattutto su questo: discorso mentale e di concentraziaone, ma soprattutto: giocare per la squadra”.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it