La Lega sulla caccia: “Questo governo regionale, privo di progettualità, è solo capace di mettere delle pezze”

La Lega sulla caccia: “Questo governo regionale, privo di progettualità, è solo capace di mettere delle pezze”

Chiesta al pèresidente Luca Ceriscioli la sostituzione dell’assessore Moreno Pieroni

ANCONA –  “Ieri in aula abbiamo votato a favore il testo unificato sull’attività  Faunistico venatoria per senso di responsabilità  e perché crediamo che gli errori della Giunta, non debbano essere  pagati dai nostri cittadini”. Interviene così il consigliere regionale Marzia Malaigia che prosegue – abbiamo assistito all’ennesima evidenza dell’incapacità politico amministrativa di questa Giunta.

“Siamo di fronte ad un esecutivo che  è da sempre privo di capacità di programmazione e di progettualità – lo ribadisce il capogruppo della Lega Nord Marche Sandro Zaffiri – in questo caso, così come in sanità, nelle politiche sul lavoro, sulla tutela del territorio, sul sostegno alle situazioni più disagiate, quando manca la progettualità è chiaro che si procede per tentativi ed errori, avanzando quindi alla cieca. L’assessore Pieroni sapeva perfettamente che avrebbe rischiato la sospensione dell‘attività venatoria  a seguito del giudizio del Consiglio di Stato,  ma nonostante questo non si è preoccupato di redigere il Piano faunistico regionale indispensabile per svolgere l’attività della caccia”.

“Ancora una volta occorre tentare di rimediare a quella che è stata una gestione manchevole ed irresponsabile da parte dell’assessorato competente. Il piano faunistico è scaduto nel 2015 e quando un piano è scaduto non si temporeggia”, continua la Malaigia .

“Oggi non stiamo parlando solo di caccia, ma anche di attività correlate, di strutture ricettive che nelle stagioni autunnali ed invernali vivevano solo grazie ai “movimenti venatori”, specie nelle aree interne ed ancor più nel sud della regione, dove era una delle poche attività resilienti al dramma portato dal sisma. Stiamo parlando di aziende che producono accessori ed abbigliamento tecnico. Stiamo parlando di allevamenti di selvaggina per zone di ripopolamento. Stiamo parlando anche degli imprenditori agricoli, che si vedono distrutto in poche ore il frutto di un anno di lavoro. Stiamo parlando di sicurezza riguardo incidenti stradali, perché la fauna selvatica sta invadendo sempre più anche i centri abitati” conclude così la Malaigia che, rivolgendosi all’assessore Pieroni, riprende il suo ruolo di insegnante.

“Assessore, lei mi sta riportando al periodo scolastico, quando uno studente non faceva il suo dovere per un anno e poi in dirittura d’arrivo, per evitare una bocciatura, si arrabattava a studiare l’ultimo mese. La promozione non è meritata, ma gliela regalo, confidando che questa figuraccia pubblica le serva da lezione per un impegno che da oltre un anno e mezzo è stato sollecitato da tutte le associazioni venatorie”.

“Le responsabilità politiche non possono più essere ignorate – conclude Sandro Zaffiri – ed è per questo che come già hanno fatto anche altre associazioni a mezzo stampa, la Lega invita il presidente Ceriscioli a rivedere la sua Giunta sostituendo al più presto l’assessore Pieroni”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it