Il sindaco Ricci e la torre panoramica: “Una cartolina straordinaria che farà amare Pesaro”

Il sindaco Ricci e la torre panoramica: “Una cartolina straordinaria che farà amare Pesaro”

Il test in anteprima: “Grande spettacolo e promozione unica per la città”. Inaugurazione pubblica domenica alle 18

PESARO – Dalla Gazza Ladra al Guglielmo Tell, l’ascesa sarà in crescendo rossiniano. Nell’anello della grande torre,  il sottofondo prescelto dal Rof è il marchio di fabbrica della «città della musica». Mentre il colore, blu, è un omaggio all’Europa. L’attrazione – «nel suo genere (mobile, ndr) la più alta d’Europa», rilevano da The Wheel – è pronta al debutto. Domani pomeriggio l’ inaugurazione è fissata alle 18. Nel frattempo, Matteo Ricci si fa coraggio («soffro un po’ di vertigini», confessa agli astanti) e fa la prova generale: insieme ai cronisti, il sindaco entra nella cabina circolare da 58 posti. Che prende poi quota, con toni soft, per innalzarsi fino ai 75 metri d’altezza. Leggera rotazione antioraria, a cesellare la salita panoramica. Per il sindaco, buona la prima: «Un motivo in più per amare la città», commenta Ricci al termine del test. «Una torre unica in Italia. Era destinata a Londra, ma Massimo De Carlo (amministratore di The Wheel) ha poi optato per Pesaro, grazie al fermento  e alla strategia sull’attrattività. Una città più viva è più bella e sicura: la sfida è nota». Non è un caso, secondo il sindaco, che la torre si inaugura «nella settimana clou delle celebrazioni rossiniane». Per cui «veicoleremo nelle insegne della torre, e dove sarà possibile, i messaggi ‘WePesaro’, ‘Città della musica’, ‘150 Rossini’».

Nella cabina, aggiunge Ricci, «si vivrà un’esperienza che assomiglia al viaggio esperienziale». Non solo: «L’attrazione darà un’immagine di Pesaro dall’alto che ancora non abbiamo. Non ci sono punti panoramici completi. Da domani le foto che gireranno saranno così una promozione straordinaria per la città. Cartoline che spediremo in giro per il mondo». Ancora:  «Nel conto avevamo messo tutto. La grande condivisione del progetto, ma anche la diffidenza e le disquisizioni sulle buche nel prato. Che ovviamente saranno ricoperte. Quello che conta, però, è che da ieri si comincia a respirare lo stupore. E quando sarà il momento di smontare la torre (alla fine dell’estate, ndr), arriveranno le lamentele di chi vorrà lasciarla ancora lì». Rileva l’imprenditore Massimo De Carlo, amministratore di The Wheel: «L’ago che ha fatto pendere la bilancia su Pesaro è stata la volontà creativa dell’amministrazione comunale. Speriamo che l’attrazione piaccia». I costi: nove euro per gli adulti, sei euro per i bambini. Disponibili anche pacchetti ad hoc per le famiglie. Nella cabina, climatizzata, sono previsti accessi per i disabili. L’attrazione sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 24. Ma gli orari potranno subire variazioni in caso di maltempo. (f.n.)

 

 

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it