Gianni Maggi: “Intimidazione dell’assessore Pieroni, amico dei cacciatori, nei confronti dei consiglieri del Movimento 5 Stelle”

Gianni Maggi: “Intimidazione dell’assessore Pieroni, amico dei cacciatori, nei confronti dei consiglieri del Movimento 5 Stelle”

di GIANNI MAGGI*

ANCONA – “L’Amico degli Animali” era una trasmissione settimanale che andava in onda agli albori della televisione in Italia.
Il conduttore si chiamava Angelo Lombardi e gli animali venivano portati in studio da un collaboratore africano che si chiamava Andalù.
Oggi in Consiglio regionale va in onda “L’amico dei Cacciatori”, programma stucchevole e ripetitivo condotto dall’assessore Moreno Pieroni.
Nell’ultima puntata l’amico dei cacciatori, assistito dal suo aiutante Gino Traversini, che non viene dall’Africa ma da Cantiano in provincia di Pesaro Urbino, se l’è presa con una ordinanza del Consiglio di Stato che, accogliendo un ricorso ha limitato le zone di caccia, con le forze ambientaliste e animaliste, con i consiglieri del Movimento 5 Stelle che hanno votato contro la sua proposta di legge per annullare gli effetti dell’ordinanza.
Non pago, perché fossero ben individuati, l’amico dei cacciatori ha pubblicato nome e cognomi di chi ha votato contro il suo giochetto elusivo.
“Nella speranza di aver fatto cosa gradita” ai suoi sostenitori Pieroni ha scritto loro una lettera indegna di un assessore regionale, rendendosi così protagonista di una vergognosa intimidazione nei confronti dei consiglieri del Movimento 5 Stelle che hanno espresso liberamente e in coscienza il loro voto. Ma il povero amico Pieroni non sa che io non mi lascio intimidire da nessuno, tantomeno da lui!

*Consigliere regionale Movimento 5 Stelle

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: