Valeria Talevi confermata segretaria generale della Filt Cgil Marche

Valeria Talevi confermata segretaria generale della Filt Cgil Marche

Alla Regione il sindacato chiede più risorse per il trasporto pubblico locale. Preoccupazione per il porto di Ancona con i lavoratori dei silos a rischio

ANCONA – Valeria Talevi è stata confermata a grande maggioranza segretaria generale Filt Cgil Marche. La conferma  è stata ieri, all’11esimo congresso regionale della categoria che segue i trasporti.

In particolare, nel corso del dibattito, la Filt Cgil Marche ha puntato il dito contro i ritardi del trasporto pubblico locale sia su ferro sia su gomma e ha chiesto alla Regione la sottoscrizione dell’accordo con Trenitalia per 15 anni di contratto di servizio, che consentiranno nuovi investimenti e nuovi treni. Inoltre, la Filt ha chiesto  maggiori certezze sia sulle risorse relative alle tariffe agevolate sia sulla necessità di sciogliere il nodo normativo della gara o affidamento in house.

L’assessore regionale Angelo Sciapichetti, presente al congresso che si è svolto ad Ancona, ha  risposto che la Regione vuole andare a gara ma, al momento, tutto è bloccato per il caos normativo. All’appello,  mancano, ad oggi, 4 milioni di euro per il settore, destinati alla riduzione dell’accisa regionale sulla benzina. <Il trasporto pubblico locale,  in questa situazione, rischia la mancanza di coperture per il servizio a danno dei cittadini>, sottolinea Valeria Talevi.

Anche il porto è stato al centro della discussione: la Filt Cgil ha espresso preoccupazione per i lavoratori dei silos dello scalo, circa 13, alcuni dei quali già licenziati a seguito della riduzione del lavoro e del progetto di abbattimento dei silos.

Per la Filt, porto, Interporto e aeroporto sono nodi cruciali per lo sviluppo delle Marche e del Centro Italia.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it