Una scuola di turismo ambientale per gli operatori turistici che vogliono scommettere sull’ambiente

Una scuola di turismo ambientale per gli operatori turistici che vogliono scommettere sull’ambiente

Entusiasti i partecipanti ai due corsi organizzati nel territorio del Parco Regionale della Gola della Rossa e ad Amandola. Gli appuntamenti formativi, offerti da Vivilitalia e Legambiente, sono stati realizzati in collaborazione con il Parco della Gola della Rossa, il Consorzio Grotte di Frasassi, il comune di Amandola e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini

AMANDOLA – Grande successo per le due edizioni dell’Alta Scuola di Turismo Ambientale (ASTA), l’iniziativa di formazione per entrare in contatto con le migliori esperienze italiane nel campo turistico ed ambientale raccontate dalla viva voce dei protagonisti, che si sono svolte dal 6 ottobre fino allo scorso weekend ad Amandola e nel territorio del Parco Regionale della Gola della Rossa.

Al termine dei corsi si è registrato l’entusiasmo generale fra gli operatori di settore, i piccoli imprenditori locali, ma anche manager, esperti in pianificazione ambientale e funzionari delle amministrazioni pubbliche che hanno preso parte ai corsi, dove la combinazione di testimonianze, esperienze e laboratori pratici ha consentito ai partecipanti di perfezionare il proprio percorso formativo e le proprie competenze nel settore del management turistico ambientale. Uscite ed escursioni in loco, inoltre, hanno rappresentato per i partecipanti occasioni per conoscere in prima persona i luoghi, le persone e gli altri elementi che caratterizzano un territorio dal grande potenziale come quello interessato dal Parco delle Gole della Rossa e dal Parco dei Monti Sibillini. I corsi sono stati offerti da Vivilitalia, la società di Legambiente che si occupa di turismo ambientale, in collaborazione con Federparchi e Aitr (Associazione Italiana Turismo Responsabile) e realizzati con la collaborazione del Parco Regionale della Gola della Rossa, del Consorzio delle Grotte di Frasassi, del Comune di Amandola e del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

“Siamo molto soddisfatti della risposta che c’è stata da parte dei partecipanti ai corsi ASTA e dei risultati raggiunti – dichiara Sebastiano Venneri, presidente di Vivilitalia – Per tutta la settimana i corsisti hanno avuto la possibilità di confrontarsi con le migliori esperienze italiane nel campo turistico ed ambientale, raccontate dalla viva voce dei protagonisti, tutti qualificati professionisti del settore che hanno accettato di buon grado di offrire gratuitamente la propria competenza per contribuire allo sviluppo turistico di questi luoghi”. “Siamo convinti che la rinascita di questi territori – aggiunge Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche – non possa che passare per uno sviluppo dei prodotti turistici legati alla fruizione dello straordinario ambiente che li circonda. Mettere a punto prodotti innovativi, creare reti di offerta qualificata e preparare il territorio alla buona accoglienza sono i passaggi fondamentali verso uno sviluppo armonioso e duraturo”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: