Terremoto, Cangini invita a fare chiarezza sull’allarme lanciato della Regione e smentito dalla Protezione civile

Terremoto, Cangini invita a fare chiarezza sull’allarme lanciato della Regione e smentito dalla Protezione civile

ROMA – “La Regione Marche scrive ai sindaci del cratere sostenendo che, a causa della mancata erogazione dei relativi fondi da parte del governo, non sarà più in grado di pagare ai terremotati il Contributo mensile di autonoma sistemazione (Cas) né di rimborsare gli alberghi che ospitano gli sfollati. La Protezione civile smentisce. Il premier Conte e suoi vice Di Maio e Salvini, che sul terremoto hanno fatto la campagna elettorale per poi abbandonare i terremotati al loro destino, prendano posizione e dicano parole chiare.

“Ma se è vera la smentita della Protezione civile, il governatore Ceriscioli farebbe bene a mettersi una mano sulla coscienza e a spiegare il senso di una lettera che aggiunge incertezza all’incertezza. Delle quattro regioni colpite dal sisma, le Marche sono quella più indietro nella ricostruzione: sarebbe ora che anche il Pd si assumesse le proprie responsabilità”. Lo scrive in una nota il senatore di Forza Italia, eletto nelle Marche, Andrea Cangini

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it