Lube corsara anche a Verona: 3-1 sulla Calzedonia, terzo successo di fila in SuperLega

Lube corsara anche a Verona: 3-1 sulla Calzedonia, terzo successo di fila in SuperLega

VERONA – Cucine Lube Civitanova corsara anche all’Agsm Forum di Verona: i cucinieri superano 3-1 la formazione di Grbic e continuano la corsa a punteggio pieno in vetta alla classifica. Nonostante la falsa partenza nel primo set (il primo parziale perso in questa SuperLega) grazie anche ad una Calzedonia molto motivata e incisiva al servizio (9 ace nel match), gli uomini di Medei riescono a conquistare la vittoria piena arginando un super Boyer (31 punti) che nei finali di secondo e soprattutto terzo set da più di un grattacapo a Stankovic e compagni.

Simon mette giù ben 21 punti con 4 muri e il 62% in attacco, Sokolov ne fa 22 (3 muri) con il 54%. Doppia cifra anche per Juantorena (15).

La partita

I biancorossi ripartono dal sestetto visto contro Ravenna nell’ultima uscita: Bruno-Sokolov, Simon-Cester, Juantorena-Leal, Balaso libero. Nel Verona non è a disposizione Savani, bloccato all’ultimo momento da una distorsione alla caviglia.

Primo break Lube sul turno al servizio di Simon (3-6), grazie ad un ace del cubano e all’errore di Sharifi, ma Verona recupera subito spinta da Solè in attacco e al servizio (10-9). I veneti si confermano ancora fallosi in attacco (10-12 out Manavi), trovando però dai 9 metri la forza di restare attaccati ai cucinieri (13-13 proprio con l’iraniano). Si procede a strappi, stavolta è Alletti a mettere in difficoltà la ricezione Lube e Boyer ne approfitta (17-15), Leal agguanta subito (17-17), Sharifi riporta avanti i veneti (19-17): è il break decisivo, Verona tiene duro, i biancorossi soffrono anche in attacco nonostante i 7 punti di Sokolov e la Calzedonia chiude con un ace di Alletti (25-22).

Verona parte bene anche nel secondo set (8-6) contro una Lube titubante che però si ritrova sul turno al servizio di Bruno (8-9 Sokolov), Juantorena e Simon firmano poi il +3 (10-13). Gli uomini di Medei si sciolgono e sfruttano altre due occasioni di contrattacco grazie ad un servizio sempre più pungente per il 13-18, Simon domina sotto rete (16-23, 9 punti nel set per il cubano) e la Lube chiude 21-25 nonostante il fastidioso turno al servizio di Boyer dal 17-24. Verona perde Sharifi per un colpo al collo, dentro Marretta.

Subito break Lube anche nel terzo set (5-8), ma i veneti trovano un Boyer sugli scudi in attacco e anche a muro, l’ace di Solè vale il 10-9 per la Calzedonia, quello di Manavi il 13-11. Entra Massari per Leal e trova l’ace del 13-13, c’è così spazio anche per Stankovic al centro per Cester. Il doppio vantaggio arriva sull’errore di Marretta (14-16), il turno al servizio del neo entrato capitano serbo permette a Juantorena e Simon di mettere giù i contrattacchi del +5 (14-19). Verona non molla e risale dal 16-22 al 20-22 con Boyer scatenato, poi ancora il francese (che praticamente gioca da solo, 14 punti nel set) per il 24-24. A chiudere i giochi Juantorena che sfrutta al meglio una difesa proprio sull’opposto dei veneti.

Il quarto set è uno show della Lube a muro: Simon e Sokolov confezionano il 3-9 mettendo una serie ipoteca sul match, nonostante il solito Boyer che continua ad imperversare in attacco (9-13). Un vantaggio che però i cucinieri tengono stretto, Bruno sfrutta i centrali per dare maggiore efficienza al cambio palla, il finale è targato Juantorena che chiude 19-25.

Il tabellino

CALZEDONIA VERONA: Pinelli, Giuliani (l) n.e., Alletti 10, De Pandis (l), Marretta 1, Birarelli n.e., Boyer 31, Grozdanov, Spirito 2, Manavi 8, Sharifi 6, Magalini n.e.. All. Grbic.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 22, D’Hulst, Marchisio (l) n.e., Juantorena 15, Massari 2, Stankovic 4, Diamantini n.e., Leal 4, Sander n.e., Cantagalli, Cester 2, Simon 21, Bruno 2, Balaso (l). All. Medei.

ARBITRI: La Micela (Tn); Cerra (Bo).

PARZIALI: 25-22 (’31); 21-25 (30′); 24-26 (32′); 19-25 (28′).

NOTE: 4012 spettatori, incasso non comunicato. Verona: 15 battute sbagliate, 9 aces, 8 muri vincenti. 44% in attacco, 38% in ricezione (15% perfette). Lube: 16 b.s. 3 aces, 9 m.v., 51% in attacco, 47% in ricezione (24% perfette).

————————–
Le parole dei protagonisti dopo il match

Robertlandy Simon: “Abbiamo fatto la differenza dopo essere stati in difficoltà, ci siamo imposti fuori casa ed è stata una bella reazione, perché torniamo a casa con tre punti fondamentali. Ora archiviamo subito la gara di Verona e pensiamo alle grandi sfide con Perugia e Trento che ci attendono. Stasera muro, battuta e difesa hanno fatto la differenza nonostante l’inizio non al meglio, questo aspetto ci ha aiutato tanto”.

Jacopo Massari: “Sono felice per la vittoria della squadra, mi hanno chiesto di entare ed ho dato il massimo. Alla lunga siamo usciti da qualche momento di difficoltà con un grande spirito di squadra che ha fatto la differenza. Siamo partiti male, ma siamo rimasti lucidi senza innervosirci e ne siamo usciti con il risultato pieno”.

Giampaolo Medei: “Credo che nella seconda parte della gara siamo stati più lucidi e precisi, commettendo meno errori dei nostri avversari e trovando un equilibrio di gioco migliore. Siamo rimasti attaccati alla partita nonostante le difficoltà del primo set, gli ingressi di Massari e Stankovic hanno dato un buon contributo, altro segnale dell’importanza di questa rosa. Sono arrivati tre punti molto importanti, perché Verona è una squadra che vuole lottare per le prime posizioni, è normale soffrire su questo campo quando la Calzedonia riesce ad esprimere il suo livello di gioco”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: