Claudia Tortora di Treviso e Daniela Visani di Imola sono le vincitrici della XX edizione del Premio letterario internazionale “La donna si racconta”

Claudia Tortora di Treviso e Daniela Visani di Imola sono le vincitrici della XX edizione del Premio letterario internazionale “La donna si racconta”

PESARO – Sono Claudia Tortora di Zero Branco (Treviso) con “La camelia del partigiano” e Daniela Visani di Imola con “En habit de cheval” le vincitrici delle sezioni “Narrativa” e “Poesia” del Premio letterario internazionale “La donna si racconta”, alla XX edizione.  Il premio “Città di Pesaro” è andato a Ilva Sartini di Pesaro con “Al posto del dolore”, mentre il “Premio Fondazione Rossini” ha visto come primo classificato Marcello Mamini di Pesaro con “Isabella e Gioachino” e secondo Piko Cordis di Ascoli Piceno con “L’usignolo posato sulla rosa”. Per la sezione internazionale ha vinto Hayduke Tamar con “Latte e Riso”.

Alla cerimonia al Teatro Sperimentale, inserita all’interno del Festival del Giornalismo culturale ed introdotta dalla presidente del Premio letterario Wanda Tramezzo, sono intervenuti il prefetto Carla Cincarilli, il sindaco Matteo Ricci, l’assessore alla Crescita Giuliana Ceccarelli, la dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Marcella Tinazzi ed il direttore del Dipartimento di Scienze della Comunicazione, Studi umanistici e internazionali dell’Università di Urbino e direttore dell’Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino Lella Mazzoli, che ha intervistato le due ospiti d’onore: la giornalista Rai Maria Gianniti ed il mezzosoprano Aloisa Aisemberg, alle quali è stato consegnato il “Premio speciale La donna si racconta” realizzato da Vittorio Livi della Fiam.

GLI ALTRI PREMI NARRATIVA, POESIA E JUNIORES STUDY

Ma vediamo gli altri premiati. Per la sezione “Narrativa”, seconda classificata Valeria Scafetta di Roma con “La zampata della tigre”, terza classificata Elisabetta Rossi di Pesaro con “Tre millimetri”, menzione d’onore a Vittoria Ziino di Roma con “Un sogno una realtà”. Per la sezione “Poesia”, seconda classificata Gaetana Covella di Venosa (Pt) con “Non camminarmi” e terza Nadia Ghidetti di Fabriano con “Rosso flamenco”. La giuria, presieduta da Lella Mazzoli e composta da Marcella Tinazzi, Wanda Tramezzo, Elisabetta Marsigli, Angelica Panzieri, Laura Coraducci, Angela Nicolò e Ornella Andreani, ha poi assegnato anche il premio “Juniores Study”, riservato agli studenti delle Marche. Vincitrice della sezione “Narrativa” Margherita Tabellini dell’istituto omnicomprensivo “Della Rovere” di Urbania, della sezione “Poesia” Gaia Bergamaschi del liceo scientifico “Marconi” di Pesaro. Menzioni sono andate a Simone Gregori del “Della Rovere” di Urbania e a Giada Pecoraro e Salma Bljaoui dell’Ipsia Benelli di Pesaro. Vari brani vincitori sono stati letti da Olimpia Basso, Mara Marcantoni, Laura Coraducci ed Elisabetta Marsigli.

Nel corso della serata, presentata da Alessia Natale ed allietata da brani della violinista Ivanna Levytska e da un momento artistico a cura dell’ADS Dance Studio di Tanja Piattella, è stata proposta una carrellata fotografica di queste venti edizioni del Premio, fondato da Anna Mici, mentre gli studenti Andrea Ferretti e Matteo Simoncelli del liceo “Mengaroni” (sezione Audiovisivi e multimedia) hanno immortalato i protagonisti di quest’anno, nell’ambito di un progetto di alternanza scuola – lavoro. (g.r.)

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it