Aulularia di Plauto diverte gli studenti delle superiori di Pesaro

Aulularia di Plauto diverte gli studenti delle superiori di Pesaro

Lo spettacolo, per la rassegna del Gad, presentato al Teatro Sperimentale

di PAOLO MONTANARI

PESARO – E’ andata in scena al teatro Sperimentale di Pesaro AULULARIA DI PLAUTO nella rassegna teatro ragazzi nell’ambiro del Gad 2018. Il prof.Roberto Danese presidente del centro internazionale studi plautini ha illustrato in una conferenza nella chiesa dell’Annunziata il significato della commedia di Plauto. L’opera per la regia di Michele Pagliaroni e traduzione e adattamento di CTU Cesare Questa è stata proposto dal Centro Universitario teatrale di Urbino.Aulularia (La Pentola d’oro) è una commedia di Plauto, che pur essendo incompleta è celeberrima, tanto che nel XV secolo l’umanista Vecco  Codio sentì il bisogno di darle il finale divenuto classico.

La fama della commedia si sviluppò nel Seicento, sicchè Moliere si ispirò a questa commedia per l’Avaro. La commedia presenta una trama abbastanza semplice  e lineare e caratterizzata dalla comicità scaturita dagli equivoci. Nella vicenda inizia un discorso equivoco e comico per il pubblico che invece conosce gli accadimenti reali della storia. Il tutto è giocato sull’utilizzo del pronome personale femminile, il quale indica per uno (Eucleo) la pentola, per l’altro (Liconide) la fanciulla.

Il prologo della commedia è un monologo introduttivo. Con gli allievi del CUT si è tenuto conto dello spirito di tutti i rifacimenti che si sono susseguiti nel tempo e indagato le rivisitazioni, misurando citazioni e rimandi. Il testo è ricco a richiami alla contemporaneità che valorizzano lo spirito della comicità di Plauto. Il finale lascia piena libertà di offrire una propria morale.

(Le foto sono di Marta Fossa)

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: