Bando periferie, giudizi contrapposti tra i sindaci dopo il vertice a Palazzo Chigi. Mangialardi: “C’è l’impegno del premier Conte”. Ricci: “Chiusura totale, ora il via ai ricorsi”

Bando periferie, giudizi contrapposti tra i sindaci dopo il vertice a Palazzo Chigi. Mangialardi: “C’è l’impegno del premier Conte”. Ricci: “Chiusura totale, ora il via ai ricorsi”

ROMA – Giudizi totalmente contrapposti, tra i sindaci marchigiani, dopo il vertice di questa sera, a Palazzo Chigi, con il premier Conte sul Bando delle periferie.

Maurizio Mangialardi, coordinatore dei presidenti regionali dell’Anci e presidente di Anci Marche fa sapere che si è trattato di un “incontro positivo dei vertici dell’Anci con il premier Conte. Dopo un’ora di confronto la delegazione ha ricevuto delle rassicurazioni”. “Il presidente Decaro ha condotto il confronto con grande incisività”, ha aggiunto Mangialardi, al termine dell’incontro.

“Il presidente Conte si è impegnato a predisporre un nuovo provvedimento entro una settimana che recuperi il percorso interrotto e destini le risorse necessarie a che i progetti già avviati possano proseguire i propri stati di avanzamento e che comunque tutti i 96 progetti vengano finanziati mantenendo gli impegni presi. Come Anci – ha sempre affermato Maurizio Mangialardi – verificheremo il rispetto di tali accordi nei tempi stabiliti”.

Ma, come detto, tra i sindaci marchigiani, i pareri sono totalmente diversi.  “Chiusura totale alle richieste dei sindaci sui fondi del bando periferie. Solo parole generiche per risolvere i problemi in futuri decreti. Ci sono procedure in corso e i sindaci non si prendono in giro. Credo che da domani cominceremo a preparare i ricorsi e li vinceremo”, ha invece dichiarato Matteo Ricci dopo l’incontro a Palazzo Chigi.

Il sindaco di Pesaro ha fatto parte della delegazione Anci con il presidente Antonio Decaro (Bari) e i sindaci Virginia Raggi (Roma), Chiara Appendino (Torino), Virginio Merola (Bologna), Dario Nardella (Firenze), Mario Occhiuto (Cosenza), Filippo Nogarin (Livorno), Federico Pizzarotti (Parma), Andrea Gnassi (Rimini), Mario Conte (Treviso), Davide Galimberti (Varese), Sergio Giordani (Padova). Con loro anche Roberto Pella, vicepresidente vicario dell’Anci; Maurizio Mangialardi, coordinatore delle Anci regionali ed Enzo Bianco, presidente del Consiglio nazionale dell’Anci.

Per Pesaro, si tratta degli 11 milioni e 200mila euro per la riqualificazione di via dell’Acquedotto e dell’area intorno alla stazione.

Nella foto: il sindaco di Pesaro Matteo Ricci e il sindaco di Senigallia e presidente di Anci Marche, Maurizio Mangialardi

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it