Al via ad Ancona il Viale dei Sapori: fino a domenica la passeggiata del gusto

Al via ad Ancona il Viale dei Sapori: fino a domenica la passeggiata del gusto

ANCONA – La passeggiata al Viale diventa occasione per ricercare il prodotto tipico, di qualità, assaporare l’insolito da mettere in tavola. È partita questa mattina ad Ancona la sesta edizione de Il Viale dei Sapori, l’appuntamento anconetano dedicato all’agricoltura del territorio, con circa 40 stand del mercato di Campagna Amica, e il piatto principe della cucina dorica: lo Stoccafisso all’Anconetana. Coldiretti Ancona, in collaborazione con l’Ordine Cultori della Cucina di Mare “Re Stocco” e la Camera di Commercio di Ancona, ha dato appuntamento ai visitatori per una tre giorni con il meglio del territorio da mettere in tavola.

Al taglio del nastro hanno partecipato il presidente del consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo e la presidente del consiglio comunale di Ancona Susanna Dini che, successivamente, dopo una visita agli stand, hanno sottoscritto la petizione Stop al cibo falso con la quale Coldiretti chiede all’Unione Europea, in nome della trasparenza alimentare nei confronti dei consumatori, l’etichettatura obbligatoria che indichi l’origine di tutto il cibo in commercio. Fino a domenica 16 settembre ci sarà la possibilità di degustare e acquistare vino, olio extravergine di oliva, frutta e verdura biologiche, miele, formaggi e salumi di qualità e a chilometro zero.

“Un appuntamento importante – dice Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Ancona – non solo per gli agricoltori del nostro territorio ma anche per i cittadini che ogni anno attendono questo evento con entusiasmo. Con Campagna Amica diffondiamo il messaggio culturale di un’agricoltura al passo con i tempi, che sa produrre, trasformare e mettersi in contatto con i cittadini. La rete di Campagna Amica è rappresentativa dell’agricoltura del territorio”.

E proprio dalle campagne arrivano tutti quegli ingredienti che rendono prelibato, unitamente alla maestria di chi lo cucina, lo Stoccafisso all’Anconetana.

“Il connubio con Re Stocco è azzeccato e intelligente – conclude la Gardoni – Re Stocco propone una ricetta storica in grado di rappresentare la città dorica, affacciata sul mare ma anche collegata con l’entroterra. È per questo che il nostro legame è vincente: racconta come di fatto le tipicità agroalimentari nascano dal mare e dalla campagna e per essere messe a disposizione dei cittadini che sempre più cercano qualità, sicurezza alimentare e trasparenza di filiera”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it