Pesaro in lutto per la scomparsa di Vito Rosaspina, ex presidente della Provincia

Pesaro in lutto per la scomparsa di Vito Rosaspina, ex presidente della Provincia

PESARO – E’ morto a 95 anni Vito Rosaspina, ex presidente della Provincia di Pesaro Urbino e membro della Giunta regionale. Profondo cordoglio è stato espresso dal sindaco di Pesaro Matteo Ricci: «Siamo profondamente addolorati – si legge nel telegramma inviato alla famiglia -. Perdiamo un punto di riferimento autorevole e una figura umana di grande cultura e spessore. Ha contribuito allo sviluppo del territorio con tante battaglie, da amministratore e da esponente di spicco dell’area socialista. Il suo lascito e la sua memoria rimarranno con noi. Siamo vicini alla famiglia in questo momento di dolore».

Ed anche il presidente della Provincia Daniele Tagliolini, a  nome del Consiglio provinciale e dell’intera amministrazione, esprime il cordoglio per la scomparsa di Vito Rosaspina, che fu presidente della Provincia di Pesaro e Urbino dal 1980 al 1993, dopo essere stato consigliere regionale.

“Una figura di grande spessore, tenacia e determinazione,  che anche dopo i suoi mandati amministrativi ha mantenuto viva l’attenzione sui temi centrali della vita politica, economica e sociale del nostro territorio. Rosaspina è stato – aggiunge Tagliolini – un attento osservatore della realtà e ha condotto numerose battaglie a favore della comunità provinciale, in particolare delle aree interne, senza mai tralasciare il rapporto umano. I cittadini sapevano di poter sempre trovare in lui un punto di riferimento. Alla famiglia le nostre più sentite condoglianze”.

“Apprendo con infinita tristezza – afferma invece il consigliere regionale Boris Rapa – la notizia della scomparsa del Presidente Vito Rosaspina, un grandissimo Socialista e un ottimo amministratore, ma soprattutto una splendida persona. Una persona sempre vicina ai territori e alla gente, che ha messo al centro della sua attività sia politica che amministrativa sempre il bene dei cittadini.
“La nostra comunità perde un uomo e un politico autorevole, equilibrato, coerente con la sua storia, capace di attraversare stagioni politiche diverse con la stessa lungimiranza e lucidità di visione. Era un uomo in grado di coniugare grandi visioni e pragmatismo, ideali e capacità di realizzazione.  Come socialista – conclude Boris Rapa -, cercherò di portare avanti i suoi insegnamenti con determinazione e con  la stessa passione che lo ha sempre contraddistinto nel suo operato”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it