Pane fresco sulle tavole dei marchigiani, prosegue in Regione il dibattito sulla proposta di legge sollecitata da Assopanificatori

Pane fresco sulle tavole dei marchigiani, prosegue in Regione il dibattito sulla proposta di legge sollecitata da Assopanificatori

ANCONA – Prosegue in Regione Marche l’iter del progetto di legge in materia di panificazione, avviato su proposta dell’Assopanificatori Confesercenti e finalizzato al riconoscimento del prodotto ‘pane fresco’ e della sua filiera e alla valorizzazione della professione del panificatore.

“Esprimiamo grande soddisfazione, sia per la celerità che l’Ente Regionale ha impresso alla procedura legislativa, –spiega Benvenuto Pagnoni vicepresidente Assopanificatori Confesercenti- sia per il fatto che la prima bozza di legge elaborata dalla Giunta regionale ha accolto pienamente le nostre indicazioni.

Ora confidiamo che la Giunta approvi al più presto la proposta che sarà poi trasmessa al Consiglio Regionale per l’approvazione definitiva.

“Obiettivo della nostra proposta –prosegue Pagnoni- elaborata sull’esempio di leggi analoghe già approvate in altre regioni italiane, come la vicina Emilia Romagna, è quello di identificare in maniera chiara il ‘pane fresco’ come prodotto lavorato interamente dal panificio, dalla farina alla cottura, distinguendolo, senza possibilità di errori o fraintendimenti, dal pane derivante da prodotti congelati, distinzione che, al momento, nelle Marche non è sottoposta ad alcuna disciplina. La legge garantirà la necessaria trasparenza a tutela degli operatori, che vedranno riconosciuto il loro lavoro e la qualità del loro prodotto, e dei consumatori che avranno la consapevolezza di ciò che acquistano e di ciò che mangiano”.

“Finalmente – conclude Pagnoni- una filiera garantita anche per il pane, re della nostra tavola, eppure fino ad oggi venduto e consumato nell’assenza di una chiara normativa. Questa legge è un grande risultato per tutti e ringraziamo la Regione Marche di averne colto fin da subito l’importanza, assicurandoci una fattiva e fondamentale collaborazione”

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it