Festa Pesaro, edizione targata #energialocale: nove giorni di politica e vivacità nel “cuore” della città

Festa Pesaro, edizione targata #energialocale: nove giorni di politica e vivacità nel “cuore” della città

Trecento volontari formano la squadra del Pd, al lavoro con immutato entusiasmo. In arrivo tanti big

PESARO – Anche quest’estate la città di Pesaro ospiterà la festa provinciale del Partito Democratico, che non sarà solo un evento politico locale, ma sarà targata, come in altre occasioni, come festa nazionale tematica, in questa edizione dedicata agli Enti locali.

La festa si articolerà in nove giornate, da sabato 25 agosto a domenica 2 settembre. Nove giorni con nove luoghi di attività e tanti big del centro-sinistra italiano, che si confronteranno con esponenti di altre forze politiche e personaggi della cultura. Un format collaudato, che quest’anno avrà come denominatore l’hashtag #energialocale, utile a declinare le vicende politiche nazionali ed internazionali nel contesto dell’amministrazione dei singoli territori.

Trecento volontari formeranno la squadra democrat capace di allestire una sala dibattiti nel cortile di Palazzo Mazzolari Mosca, in via Rossini, con almeno due appuntamenti giornalieri; un’arena spettacoli in piazza del Popolo, insieme ad un ristorante, una piadineria con servizio di street food e un bar. Inoltre, ma non in secondo luogo, la novità dello “Spazio Partito”, sempre in piazza: non più un luogo solo informativo, ma un punto di ritrovo, ascolto e condivisione tra la cittadinanza e gli amministratori locali. Torneranno, come da tradizione, anche altri spazi collaterali, tra cui l’immancabile Spazio Bimbi in piazza del Popolo e, al Mercato delle Erbe, la tombola.

Festa Pesaro vivrà attorno a piazza del Popolo, dove sarà allestito il palco utilizzato per gli spettacoli musicali e di intrattenimento. Sempre in piazza, ma nelle adiacenze del palazzo delle Poste, sorgerà il ristorante curato da una sinergia di circoli cittadini. A pochi passi la piadineria, anch’essa animata dai circoli, e il bar, affidato ai Giovani Democratici. A Palazzo Gradari, dalle 22.30, spazio all’ascolto musicale “soft”, mentre al pomeriggio, dalle 19, si esibiranno in piazza le scuole di danza.

La sala dibattiti sarà allestita nel cortile di Palazzo Mazzolari Mosca, cuore pulsante della “cultura” locale: la Festa vivrà pertanto in pieno centro, regalando ulteriore vitalità alla città di Pesaro, già protagonista di un’estate ricca di eventi.

“Il primo grazie è per i trecento volontari che anche quest’anno renderanno possibili nove giorni di Festa – ha esordito il segretario provinciale PD Giovanni Gostoli -. Pesaro sarà una delle piazze principali d’Italia in quel periodo, insieme a Ravenna, teatro quest’anno della festa nazionale. La Festa sarà aperta il 25 agosto dal presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, mentre il sindaco di Pesaro Matteo Ricci chiuderà il 2 settembre. Ma ogni giornata sarà ricca di appuntamenti di livello: martedì 28 avremo l’ex premier Paolo Gentiloni, venerdì 31 il segretario nazionale Maurizio Martina. Il primo giorno, sabato 25, si confronteranno tre sindaci: Valeria Mancinelli di Ancona, Dario Nardella di Firenze e Federico Pizzarotti di Parma. Poi altri confronti, tra cui quello con Alessia Morani e Giovanni Toti, poi Giorgio Gori e Stefano Candiani, infine Anna Ascani e Arturo Scotto. Per noi, infatti, è molto importante vivere questa Festa pensando ad un cantiere del nuovo centro-sinistra italiano”.

Il programma definitivo sarà presentato e pubblicato dopo il 20 agosto sul sito www.festapesaro.it, ma sono già ufficiali le presenze, tra gli altri, di Walter Veltroni, Piero Fassino, Marco Minniti, Simona Bonafé e Luigi Marattin.

Non solo politica, ma anche cultura con due presentazioni di libri: “L’utopia sostenibile” di Enrico Giovannini e “Né sfruttati, né bamboccioni” di Francesco Cancellato. Parteciperà ad un appuntamento della Festa anche l’ex rettore dell’Università di Bologna, Ivano Dionigi. In tutto saranno circa 50 gli ospiti presenti a Festa Pesaro.

“Questa Festa testimonia che il voto del 4 marzo non ha scalfito gli entusiasmi dei volontari del PD cittadino – spiega Francesca Fraternali, segretaria dell’Unione comunale PD di Pesaro -. La buona amministrazione di Pesaro merita un appuntamento nazionale capace di valorizzare il ruolo degli enti locali nel cantiere politico del Partito Democratico”.

“Avremo venti spettacoli e concerti tutti gratuiti – interviene l’organizzatore della Festa, Timoteo Tiberi – che vivranno su due palchi, in piazza del Popolo e a Palazzo Gradari. Quattrocento metri quadrati di spazi food, con un ristorante, una piadineria e un bar. Quaranta metri quadrati di Spazio Bimbi per quattrocento ore di attività. E mi piace sottolineare che, dei circa trecento volontari, almeno trenta sono under 25, segno che l’attività politica giovanile sta dando dei buoni frutti”.

La Festa sarà animata, sul piano della comunicazione social, da una redazione web composta da volontari: comunicati online tutti i giorni su www.festapesaro.it e dirette social in tempo reale su Facebook, Twitter e Instagram.

I numeri di Festa Pesaro 2018

9 giorni di Festa

9 luoghi di attività della Festa

300 volontari

50 ospiti

20 spettacoli e concerti. Tutti gratuiti

2 palchi per musica e spettacoli

400 mq di Food (1 ristorante, 1 piadineria, 1 bar, tutti animati da volontari)

40 mq di Spazio Bimbi in piazza del Popolo per 400 ore di attività

(Le foto sono di Luca Toni)

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it