Il prosciutto di Carpegna alla conquista del mercato americano grazie ai Fratelli Beretta

Il prosciutto di Carpegna alla conquista del mercato americano grazie ai Fratelli Beretta

Il prodotto marchigiano è un Dop unico al mondo dalla fine di giugno. La famiglia italiana, produttrice di salumi, ha anche consentito il gemellaggio tra le cittadine di Carpegna e Mount Olive (New Jersey)

CARPEGNA – E’ stato ufficializzato questa mattina, in Italia, durante una conferenza stampa promossa dal Comune di Carpegna, alla presenza di Andrea Beretta, il gemellaggio con la cittadina di Mount Olive (New Jersey), celebrato il 27 giugno negli Stati Uniti. Negli Usa è intervenuta una delegazione guidata dal sindaco di Carpegna, Angelo Francioni, e composta dalla famiglia Beretta, arrivata appositamente per il lancio del Prosciutto di Carpegna Dop sul mercato statunitense. Il tutto sarà suggellato da una cerimonia il prossimo 21 luglio a Carpegna quando il sindaco di Mount Olive – Robert Greenbaum – sarà ospite nella cittadina marchigiana.

Grazie alla famiglia Beretta, i comuni di Mount Olive e di Carpegna hanno avuto l’occasione di scoprire l’uno l’esistenza dell’altro e di avviare un dialogo amichevole fra i rispettivi amministratori. Mount Olive, cittadina a pochi chilometri dal cuore pulsante di Manhattan, e Carpegna, borgo millenario nel cuore delle campagne di Urbino, si scoprono fratelli d’elezione grazie a caratteristiche climatiche e paesaggistiche molto simili e tipiche dei territori della produzione italiana di salumi.

“Il Prosciutto di Carpegna è un prodotto apprezzato da secoli in Italia, la nostra famiglia è particolarmente orgogliosa di aver accompagnato per la prima volta negli Stati Uniti un prodotto tradizionale così speciale”, ha dichiarato Andrea Beretta.

“Questo è uno dei prosciutti più esclusivi al mondo e ha una storia e una tradizione incredibili”. L’arrivo del Carpegna Dop negli Stati Uniti è stato festeggiato da Beretta con due eventi – uno rivolto alla stampa americana, ai corrispondenti italiani e ai numerosi amici presenti e uno al trade – nella nuovissima location BayRoom Manhattan, al 60° piano di un palazzo situato nel distretto finanziario, con vista mozzafiato a 360° sull’isola e “salutato” dalla Statua della Libertà sul lato Sud.

Il Prosciutto di Carpegna Dop è oggi già presente in 20 ristoranti top di New York e nelle catene più esclusive nei formati intero disossato pressato e affettato in vaschetta, nella stagionatura premium 20 mesi, appositamente realizzata per il mercato americano e in grado di esprimere al massimo dell’intensità le caratteristiche proprie del Carpegna.

A distanza di 2 anni dall’acquisizione dello stabilimento, grazie al desiderio e all’impegno della famiglia Beretta per rendere il Carpegna il prosciutto più buono del mondo, l’impianto è stato completamente ristrutturato tecnicamente e tecnologicamente con un investimento di circa 7.000.000 di euro, grazie ai quali si è anche potuta raddoppiare la capacità produttiva, portandola a 150.000 pezzi all’anno. Nell’occasione della conferenza stampa, il sindaco di Carpegna ha conferito ad Alberto Beretta, Amministratore Delegato del Gruppo Beretta e presidente del Consorzio di Tutela del Carpegna, la cittadinanza onoraria.

Nelle foto: in alto il mayor di Mount Olive, Robert Greenbaum insieme al sindaco di Carpegna Angelo Francioni; subito sotto la sede della Fratelli Beretta a Mount Olive negli Stati Uniti; la presentazione di questa mattina a Carpegna; l’amministratore delegato del Gruppo Beretta, Andrea Beretta, la signora Tonina Pantani, il cavaliere del gusto e della bellezza Giuseppe Cristini e Daniela Pasquino; sotto lo stabilimento della Carpegna Prosciutti

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it