La Regione interviene per favorire l’accesso delle persone disabili alle spiagge

La Regione interviene per favorire l’accesso delle persone disabili alle spiagge

Approvata all’unanimità una proposta di legge: è la sintesi dei testi presentati da Pd, Uniti per le Marche, Udc e Mdp e dal gruppo Lega Nord. Previsti finanziamenti per 200mila euro nel prossimo biennio

ANCONA – Favorire l’accesso delle persone disabili alle spiagge. E’ l’obiettivo della proposta di legge approvata all’unanimità dalla IV commissione “Salute”, presieduta da Fabrizio Volpini (Pd).

La pdl, sintesi di due proposte legislative – una sottoscritta da Pd, Udc, Uniti per le Marche e Mdp, l’altra presentata dal gruppo Lega Nord – potrà contare su finanziamenti per 100 mila euro per ciascuna delle annualità 2019 e 2020. Fondi che serviranno per attrezzare le spiagge demaniali, comprese quelle in concessione, di carrozzine anfibie per disabili, abbattere le barriere architettoniche dotando le aree destinate alla balneazione di servizi igienici idonei, prese elettriche per la ricarica delle attrezzature dei portatori di handicap, parcheggi dedicati, passerelle fino al mare e segnaletica apposita.

“Un bel risultato – sottolinea Francesco Micucci (Pd) relatore di maggioranza, e primo firmatario di una delle due pdl confluite nel testo unificato approvato dalla commissione – per una proposta frutto di un’esperienza già maturata in diversi comuni, tra i quali Civitanova Marche, che ci auguriamo di estendere in tutte le spiagge regionali. La normativa si inserisce in un percorso già avviato con altri atti sulle disabilità. L’auspicio è che venga accolta favorevolmente dai Comuni e che, se le risorse non dovessero bastare, anche il prossimo governo regionale sia sensibile a questa tematica”.

Soddisfazione anche nelle parole di Marzia Malaigia (Lega Nord), prima firmataria dell’altra proposta di legge confluita nel testo legislativo unificato licenziato dalla commissione. “Stiamo concretizzando un impegno preso lo scorso anno – evidenzia la consigliera relatrice di opposizione – che ho portato avanti ascoltando prima le esigenze delle persone con disabilità, poi attraverso un confronto costruttivo in commissione consiliare”. L’augurio è che si avvii “un percorso dedicato al turismo accessibile, con la predisposizione – conclude – di una mappa ufficiale delle spiagge attrezzate da diffondere nei vari siti web istituzionali e nelle agenzie di turismo della nostra regione. (c.c.)

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it