Nuovi percorsi di sviluppo per la rinascita nel post sisma

Nuovi percorsi di sviluppo per la rinascita nel post sisma

Micro e piccole imprese tornano a scuola per affrontare crisi e mercati. Dopo i corsi per guide naturalistiche, pittori edili e di cucito, l’associazione “Laboratorio della Speranza” lancia un nuovo progetto formativo rivolto agli operatori di attività commerciali, produttive, artigianali e agricole, ma anche a studenti e semplici cittadini. Il programma si sviluppa attraverso 9 incontri, gratuiti per i residenti nei comuni dei crateri

ACQUASANTA TERME – Trasferire alle micro e piccole imprese del nostro territorio strumenti gestionali sui quali far leva per affrontare con maggiore competitività i mercati e risollevare un territorio che oltre alla crisi deve affrontare anche le ferite provocate da un terremoto che ha messo una pesante ipoteca sul futuro di migliaia di famiglie del centro Italia.

E’ questo l’obiettivo della nuova proposta formativa che arriva dall’associazione “Laboratorio della Speranza”, vicina sin dai primi momenti alle popolazioni colpite dal sisma. Dopo i corsi per Guida Naturalistica, Pittore Edile e di Cucito, rivolti alle persone senza occupazione, il progetto “Botteghe della Speranza” propone ad Acquasanta Terme una serie di incontri che hanno lo scopo di fornire ai piccoli imprenditori gli strumenti adatti per cercare di trasformare questa situazione di fragilità in concrete opportunità di crescita.

Promossa in collaborazione con “Live Srl”, azienda legata all’Università politecnica delle Marche, con la Diocesi di Ascoli Piceno, Confartigianato e “Progetto Policoro”, la proposta formativa, dal titolo “Micro e piccole imprese: percorsi di sviluppo per la rinascita” è rivolta ai titolari di micro e piccole imprese, ai gestori e agli operatori di attività commerciali, produttive, artigianali e agricole, ma anche a studenti e semplici cittadini. La partecipazione al corso è gratuita per tutti i residenti nei comuni dei crateri.

L’approccio utilizzato non sarà solo teorico, ma fortemente operativo: saranno infatti esaminati strumenti innovativi di management relativi al controllo di gestione, al marketing, al web e all’organizzazione aziendale. Le lezioni si terranno presso la Bottega della Speranza (in via Schiavi, 5 ad Acquasanta Terme) e saranno tenute dal prof. Gian Luca Gregori, Pro Rettore dell’Università Politecnica delle Marche e docente di Marketing alla Luiss, e dal prof. Danilo Scarponi, Consulente senior presso Live (Univpm).

Il programma degli incontri.

Venerdì 25 maggio 2018 ore 18.30 Prof. Gregori – Quali interventi gestionali per una nuova competitività delle micro e piccole imprese

Obiettivo dell’intervento è quello di analizzare i principali strumenti di gestione, già utilizzati da molte aziende di maggiori dimensioni, ma non ancora diffusi presso le piccole imprese. In particolare, si farà riferimento alla formulazione del piano strategico, agli strumenti di georeferenziazione, al CRM e di analisi quali-quantitativa del mercato.

Venerdì 08 giugno 2018 ore 18.30 Prof. Scarponi – Scovare preziose informazioni gestionali analizzando i bilanci

In questo secondo intervento l’attenzione sarà rivolta all’analisi del bilancio evidenziando i principali indicatori economici e finanziari anche al fine di “metterli in correlazione” tra loro. L’obiettivo è quello di consentire una migliore “lettura” dei dati di bilancio anche allo scopo di una migliore predisposizione dello stesso, in una logica interna ed esterna.

Giovedì 28 giugno 2018 ore 18.30 Prof. Scarponi – Il budget economico per guidare l’impresa alla conquista del mercato e del profitto

La formulazione degli obiettivi quantitativo trova riscontro nella redazione del budget, che non va inteso come una “mera previsione”. Obiettivo di questo incontro è quello di aiutare le micro e piccole imprese a redigere uno strumento che non va confuso come un atto contabile, ma che al contrario rappresenta un rilevante strumento organizzativo e strategico.

 Giovedì 12 luglio 2018 ore 18.30 Prof. Scarponi – La correzione della rotta grazie all’analisi degli scostamenti

L’analisi degli scostamenti, se realizzata nei tempi dovuti consente alle imprese di porre in essere interventi correttivi di “riallineamento” agli obiettivi aziendali. Troppo spesso, infatti, tale attività è trascurata, con il risultato che la gestione risulta essere compromessa e gli interventi realizzati eccessivamente in ritardo.

Il programma prosegue dopo l’estate con questi appuntamenti:

Il marketing: uno sconosciuto spesso sottovalutato

Nel linguaggio comune il marketing è spesso considerato come un’attività negativa, anche “truffaldina” e volta a confondere il consumatore. In realtà, la problematica delle piccole imprese è proprio quella di essere capaci in maniera limitata di commercializzare i propri prodotti che hanno invece un’elevata valenza tecnica.

Il Web: falsi miti e reali prospettive per micro e piccole imprese

La sola presenza sul web risulta non essere più sufficiente per le imprese, ma un buon sito internet consente sicuramente di incrementare il fatturato ed essere più visibili a costi contenuti. L’incontro vuole aiutare le micro e piccole imprese a comprendere l’importanza della presenza in internet, aumentare la visibilità, rafforzare l’immagine, attraverso gli strumenti propri del marketing digitale in grado di individuare i bisogni della domanda e produrre risultati immediati e concreti.

 Il Web: dai social media all’e-commerce il ricorso a una strategia digitale

L’essere presenti in rete ha il vantaggio di non avere confini definiti e quindi di poter vendere a chiunque indistintamente; l’avere una strategia digitale ben definita ed efficace consente di poter cogliere tutte le opportunità offerte dal web. L’obiettivo dell’incontro è far conoscere l’importanza di una strategia, oltre gli strumenti, al fine di generare maggiori vendite, far conoscere il brand, fidelizzare gli utenti.

 Gli strumenti organizzativi più efficaci per le micro e piccole imprese

L’impresa costituisce un sistema in cui ogni elemento interagisce con gli altri; non esiste un modello organizzativo perfetto dal momento che ogni azienda ha esigenze ed obiettivi differenti. Lo scopo di questo incontro è quello di presentare gli strumenti organizzativi più efficaci al fine di sviluppare modelli che sulla base di dimensioni ed obiettivi aziendali siano in grado di approcciarsi alle nuove sfide del mercato.

Un approccio al territorio: il ricorso alla misurazione

In un periodo, quale quello attuale, caratterizzato da risorse scarse, è diventato necessario giustificare gli investimenti sostenuti. Misurare le attività realizzate significa non soltanto attribuire un valore economico, ma anche considerare gli aspetti sociali, culturali, ambientali, etc. che vengono prodotti. La misurazione, quindi, assume un ruolo fondamentale in vista del fatto che ciò che non è misurabile non può essere migliorabile. Il dato infine non ci dice cosa fare, ma diventa un ottimo strumento per poter porre in essere eventuali azioni correttive o individuare nuove strategie.

Per iscriversi occorre compilare il modulo on line disponibile al seguente link: https://goo.gl/forms/BbYP3OFnzarP4hgx2

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere alla Bottega della Speranza inviando una mail all’indirizzo: info@botteghedellasperanza.it

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it