Per continuare a sognare alla MyCicero serviva la partita perfetta. Ma all’orizzonte si intravede un grande futuro

Per continuare a sognare alla MyCicero serviva la partita perfetta. Ma all’orizzonte si intravede un grande futuro

di GIUSEPPE CRISTINI*

PESARO – Si vince con il gruppo ed il  gruppo  ha risposto alla grande:  grinta da vendere, sfacciataggine da grande squadra, voglia di osare senza paura.

Per continuare a sognare alla MyCicero serviva la partita perfetta. Ma all’orizzonte si intravede un grande futuroUn Matteo Bertini grande tecnico di livello internazionale che le prova tutte, per  scuotere la squadra nel terzo e quarto set,  con un triplo cambio che stordisce la difesa di Scandicci con la Robur che riacquista fiducia in se stessa, poi  chiama time-out nel momento giusto e tutta la squadra non molla di un millimetro.

La Robur tiene duro finché le energie reggono, e finché naturalmente non emergono errori in battuta che  (mi permetto di dire imperdonabili per una gara così importante) e che probabilmente nella prossima stagione non ripeteremo più.

Tatjana Bokan una modella in campo ed una grande perfezionista della pallavolo, una ragazza che ispira la squadra. Non solo lei ma tutte le ragazze,  hanno reso felice un pubblico che vive di queste emozioni sportive. Il pubblico della Robur, con un tifo che vince su tutto,  un tifo aggraziato,  un tifo gentile,  un tifo costante e  di grande apprezzamento. Credo che il premio fair play vada sicuramente al pubblico e al tifo della Robur,  e se mi permettete l’Oscar della Bellezza a tutta la squadra della MyCicero Pesaro, al quale auguro un futuro di grandi successi.

Il rompete le righe ormai è imminente, naturalmente, un grazie di cuore ai “Presidentissimi” (Pesaro vi deve moltissimo), Barbara Rossi e Giancarlo Sorbini, e a tutta la squadra. Vorrò essere con voi anche nei prossimi anni.

Salutiamo il campionato con una grande annata che ha riportato l’entusiasmo e la passione del volley di alto livello a Pesaro. Il futuro è nelle mani della società e della squadra. Un futuro che naturalmente, con un anno di esperienza sulle spalle, può portare a regalare  grandi risultati e far diventare il volley primo sport di Pesaro ed il primo nelle Marche.

Il prossimo anno vogliamo tutte le partite all’Adriatic Arena,  si svegli Ricci e tutta l’organizzazione per portare questa bellezza dello sport all’astronave.

Riempiamo le tribune con il supporto di tutta la provincia che torna a tifare Robur e con le ragazze che, a volte, in  un gesto di promozione vadano ad allenarsi nei Palazzetti dell’entroterra, per pescare in un bacino completo della provincia.

Barbara e Giancarlo sono una garanzia, ed io credo che tutta la squadra oggi può solamente crescere e confido che mantenendo queste personalità,  si può davvero sognare.

Forza MyCicero e forza Pesaro, il futuro ci attende. E la città  ha sete di queste grandi partite.

*Cavaliere del gusto e della bellezza

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: