Gianni Maggi: “Lodolini non cerchi alibi alla sconfitta sua e del Pd dicendo che le Marche sono retrocesse a regione di serie B, le Marche e i Marchigiani sono di serie A”

Gianni Maggi: “Lodolini non cerchi alibi alla sconfitta sua e del Pd dicendo che le Marche sono retrocesse a regione di serie B, le Marche e i Marchigiani sono di serie A”

di GIANNI MAGGI*

ANCONA – Nella tempesta del Pd Marchigiano tutti litigano per chi dovrà fare il comandante di una barca che ormai non governa più e sta affondando.

Ma la cocente sconfitta elettorale non può giustificare la dichiarazione offensiva che l’ex deputato Lodolini rivolge ai marchigiani che non l’hanno eletto: “Le Marche, oggi, sono considerate oramai una regione del sud”.

La Lega ha tolto “nord” dal simbolo per dare pari dignità a tutte le Regioni italiane e l’ex Lodolini, confuso e infelice, la scavalca a destra affermando dispiaciuto e preoccupato che le Marche fanno ormai parte del Sud, ovvero la parte peggiore dell’Italia.

Forse i Marchigiani che avevano perso il lavoro o che avevano un figlio disoccupato hanno eletto 14 parlamentari 5 Stelle e solo 3 Pd perché hanno sentito Lodolini dichiarare trionfante l’aumento dei posti di lavoro, senza dire però che, grazie al suo Renzi, l’80% di quei posti erano temporanei e precari.

Forse i Marchigiani, costretti a prenotare una visita a pagamento perché le liste della sanità pubblica hanno attese di oltre sei mesi o costretti a lunghi viaggi per avere assistenza, si sono sentiti presi in giro dai continui elogi dell’ex deputato a Ceriscioli, Assessore alla sanità e Presidente della Regione.

Allora caro Lodolini non cerchi alibi alla sconfitta sua e del Pd dicendo che le Marche sono retrocesse a regione di serie B, le Marche e i Marchigiani sono di serie A perché hanno capito che le loro grandi potenzialità venivano umiliate e svilite da una politica rivolta solo agli interessi del suo partito e dei suoi amici. Per questo gli hanno dato una sonora lezione alle politiche e lo manderanno via dalla guida della Regione.

*Capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Regione Marche

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it