Emergenza maltempo: lunedì le scuole resteranno chiuse in molti Comuni delle Marche

Emergenza maltempo: lunedì le scuole resteranno chiuse in molti Comuni delle Marche

ANCONA – Scuole chiuse o lezioni sospese nelle scuole di diversi Comuni marchigiani come conseguenza delle nevicate e gelate previste per domenica e lunedì.

Ad Ancona, che ha già riunito il Coc (centro operativo comunale), è stata disposta la chiusura di tutte le scuole, compresi gli asili nido, per lunedì 26 e martedì 27 febbraio.

Chiusura di scuole e nidi lunedì anche a Jesi, Fabriano, Arcevia, Fermo e Montegranaro. A Macerata, il sindaco ha disposto la sospensione delle attività didattiche per scuole pubbliche e private e nidi comunali.

L’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo, che comprende Pesaro, sta monitorando la situazione prima di prendere decisioni. Stessa cosa a Senigallia, dove le scuole sono rimaste chiuse anche sabato. Per lunedì e martedì si è in attesa della decisione del sindaco che sarà presa nel pomeriggio di domenica. Stop a lezioni e esami lunedì anche all’l’Università di Macerata.  Molti anche gli spettacoli rinviati in molti centri della regione.

QUI ANCONA / Scuole chiuse lunedì e martedì, sorvegliate speciali già da stanotte le frazioni per le quali la Protezione civile regionale annuncia già neve tra sabato e domenica mentre per Ancona è attesa nella tarda mattinata di domenica.

Si è riunito al Comando della polizia municipale delle Palombare il COC, il centro operativo comunale con la presenza dell’assessore alla Protezione civile Stefano Foresi, del direttore generale Giancarlo Gasparini, del comandante della Polizia municipale Liliana Rovaldi con la partecipazione dei tecnici comunali e dell’architetto Sergio Cordiali dell’Ufficio tecnico dell’Azienda ospedaliera Ospedali Riuniti. Il Coc è in costante contatto con la Protezione civile regionale.

Il sindaco Valeria Mancinelli ha firmato l’ordinanza che dispone la chiusura di tutte le scuole, di ogni ordine e grado, sul territorio comunale e la chiusura degli asili nido del Comune di Ancona, nelle giornate di lunedì 26 febbraio e martedì 27 febbraio  2018.  Chiusi anche i centri diurni per disabili e i centri di aggregazione gestiti dal Comune.

Pronto anche il piano di intervento con gli spalatori. Oltre 180 le domande già arrivate. Da lunedì alle 10 in caso di necessità saranno pronti ad intervenire.

Da stanotte la Polizia Municipale, dalle ore 24 alle ore 5,  pattuglierà le frazioni per verificare la situazione e accertare le condizioni di intervento.

Il pattugliamento notturno della Polizia Municipale proseguirà per i prossimi giorni anche in città, fino a mercoledì 28 febbraio.  Durante il giorno il controllo del territorio con la verifica delle condizioni di intervento sarà effettuato dai tecnici comunali.

La pulizia delle strade  per la viabilità interna degli ospedali Torrette, Salesi, Villa Maria, e via Pastore (magazzino dell’azienda ospedaliera ) è garantita e organizzata dall’Ufficio tecnico dell’Azienda ospedaliera Ospedali Riuniti.  Per le strade di accesso ai 4 ospedali cittadini (Torrette, Salesi, Inrca, Villa Igea) la pulizia delle stesse sarà garantita dalle squadre comunali.

Sono 11 le ditte ingaggiate per la pulizia delle strade comunali alle quali sono state affidate 14 aree di intervento. Le ditte, con i loro mezzi, saranno  pronte ad intervenire nel giro di 30 minuti. Saranno prioritariamente oggetto di intervento i punti sensibili quali le direttrici di accesso ai quattro ospedali cittadini, la Prefettura, la Questura e le grandi arterie di comunicazione.

“In caso di neve e ghiaccio, anche perché le previsioni della Protezione Civile regionale viste sinora danno queste informazioni, previsti nella giornata di lunedì 26 e martedì 27 febbraio, fin d’ora  – afferma il sindaco Valeria Mancinelli – invitiamo fortemente i nostri concittadini a limitare al massimo e tassativamente gli spostamenti . Salvo casi di necessità assoluta, vi invitiamo a rimanere a casa e per le uscite comunque necessarie, sappiate fin da ora che bisognerà assolutamente attrezzarsi con gomme termiche o con catene montate. Ma l’indicazione principale è quella di rimanere a casa”.

Operativo  il piano freddo predisposto dall’Assessorato ai servizi sociali per i senzatetto con il raddoppio dei posti letto ad un Tetto per tutti. Sindaco e Prefetto hanno chiesto e ottenuto l’apertura  già da stanotte della sala di attesa della stazione ferroviaria con la collaborazione e la presenza della unità di strada per accogliere i senza tetto.

Per eventuali emergenze o informazioni i numeri del COC saranno attivi dalle ore 15 di oggi pomeriggio: 071/2223008  2223067, fax 4046.

Ad Ancona la Cisl Fp, stante la forte ondata di maltempo in arrivo ad Ancona e la richiesta giunta nel corso della riunione del Coc, ha accolto la richiesta della parte pubblica tesa ad avere tutto il personale a disposizione per affrontare l’emergenza neve ed ha deciso lo spostamento dell’assemblea Cisl dei lavoratori indetta per lunedì 26 febbraio per illustrare i contenuti del nuovo CCNL.

L’assemblea sarà tenuta non appena terminata l’emergenza maltempo.

QUI PESARO / “Ci prepariamo a chiedere lo stato di emergenza. La situazione è grave, ci sono frane sparse su tutto il territorio, tra cui 11 frane importanti sulle nostre strade provinciali, oltre a smottamenti e allagamenti. E ci aspettano giornate difficili proprio a causa della neve”. Lo evidenzia il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini, che stamattina ha partecipato alla riunione alla Soi (Sala operativa integrata) insieme allo staff del Servizio Viabilità e dei Servizi Speciali dell’ente. “Sono certo – aggiunge – che la rete e le collaborazioni tra i vari livelli istituzionali, compresi i Comuni, riusciranno a garantire la sicurezza sul territorio. La Provincia sta partecipando attivamente a tutte le riunioni della Soi ed ha messo in campo per interventi 22 uomini e 10 mezzi del Servizio Viabilità e Servizi speciali, con a disposizione anche 103 mezzi per sgombro neve e 64 per trattamento antighiaccio di aziende private reperite sul Mepa da attivare in caso di necessità. Voglio ringraziare tutti per l’ennesima dimostrazione di professionalità e dedizione al lavoro anche in questi momenti delicati”.

Al momento, per quanto riguarda l’indice di nevosità, sono segnalati 20 cm di neve dai 700 ai 1200 metri, 50-70 centimetri di neve da 1200 a 1500 metri, 120 cm di neve oltre i 1500 metri. L’indice di piovosità fa registrare 45 mm di pioggia da 0 a 400 metri e 20 mm da 400 metri in su.

Il Servizio Viabilità ed i Servizi speciali della Provincia stanno operando su tutta la rete per sgombro neve nelle strade dei rilievi, per rimozione frane e piante abbattute. Smottamenti e buche sono presenti un po’ in tutto il territorio. Nelle prime ore di oggi è stata riaperta al traffico la strada provinciale 144 chiusa venerdì sera per l’esondazione del torrente Arzilla in località Cairo nel comune di Mombaroccio, così come è stata rimossa la frana sulla SP 57 Montegaudio, con riduzione di carreggiata a senso unico alternato nei Comuni di Petriano, Isola del Piano e Montefelcino.

Resta chiusa in due punti la SP 44 San Bartolo, sulla quale si sta intervenendo da questa mattina per frane al km 20 nel comune di Gabicce Mare e al km 11 + 50 nel Comune di Pesaro. Dalle 6 di oggi si sta rimuovendo la frana sulla SP 73 che ha ostruito la carreggiata in località Pontevecchio di Vallefoglia rendendo necessaria la chiusura. Chiusa al transito per slavina la SP Cantoniera tra Carpegna e Pennabilli.

Di seguito il bollettino transitabilità sulle strade provinciali, reso noto dal Servizio Viabilità della Provincia. Si ricorda che per le strade provinciali è attivo un servizio di reperibilità 24 ore su 24 al numero 337 298593 per segnalazione di problemi alle condizioni di sicurezza e di transitabilità.

Settore viabilità 1 PESARO – A seguito delle intense piogge di venerdì si sono verificati numerosi smottamenti da monte e frane; strade chiuse s.p. 44 Panoramica San Bartolo per 3 frane di monte; s.p. 73 Pontevecchio in Foglia strada chiusa a seguito di frana; s.p. 26 Mombaroccese si transita a senso unico alternato nei pressi del Conventino; sp 57 Sant’Angelo- Montefelcino frana rimossa a Montegaudio Alto, buche diffuse su tutte le arterie le provinciali.

Settore Viabilità 2A URBINO – ALTO METAURO – E’ nevicato tutta la notte nella parte alta SP 61 Borgo Pace; strade transitabili, tranne sp.n.88 Peglio-San Donato per frana. Nella notte interventi di sgombro neve sulla sp 61 Borgo Pace. In mattinata smottamenti in atto sulla sp.n.67 S. Donato in Taviglione tra Pieve di Cagna e Gadana, sulla s.p.n.88 e sulla s.p.n.147 Paganica in loc. Villa Santi. Buche diffuse su tutte le strade. Interventi in atto per chiusura buche sulle SP 3 bis Fogliense e SP 4 Metaurense. Sgombro neve sulla Sp 61 Borgo Pace.

Settore Viabilità 2B MONTEFELTRO – E’ nevicato nella notte nella parte alta del settore (Carpegna, Pugliano). Strade transitabili, neve sulla carreggiata soltanto nelle zone in prossimità della Romagna (Pugliano, Passo Cantoniera e Villagrande). Carreggiata stretta per accumulo neve in prossimità dei nuclei abitati di Pugliano, Cal Villano su cui sta intervenendo ditta con impalamento della neve. Presenti piccoli smottamenti da monte sulla SP 3 bis Fogliense in loc Bronzo di Sassocorvaro, su SP 2 Conca in loc. Mercatino Conca. Piante cadute e rimosse sulla SP 1 Carpegna. Sulla SP 1 Carpegna strada interrotta nel tratto della provincia di Rimini con deviazione del traffico per il versante pesarese sulla SP 84 Valpiano-Miratoio. Buche diffuse su SP 3 bis Fogliense, SP 2 Conca e Sp 6 Montefeltresca, su cui si sta intervenendo col personale cantonieristico.

Settore Viabilità 3A CATRIA – Strade tutte transitabili, frane sulla SP Tarugo in fase di scivolamento, comunque sotto controllo. Buche diffuse su tutto il territorio.

Settore Viabilità 3B NERONE – Precipitazioni assenti dopo le piogge di ieri, vento forte in quota. Strade tutte transitabili, tranne la Monte Petrano attualmente interrotta per piante cadute, su cui si sta intervenendo. Presenza di buche su tutte le provinciali.

Settore viabilità 4 FANO – Rimosse le frane da monte lungo la SP 57 Sant’Angelo – Montefelcino, SP 49 Cavallara e SP 139 Capoville-Fontecorniale-Mombaroccio. Buche diffuse su tutto il territorio.

E’ stata una notte trascorsa in bianco, all’insegna della massima allerta, quella tra venerdì e sabato. La violenta perturbazione, che negli ultimi giorni ha riversato al suolo consistenti quantità di pioggia, ha tenuto tutti mobilitati per governare il sorvegliato speciale: il fiume Foglia.

Autorità idraulica e Protezione civile regionale, in perfetta sinergia col Consorzio di Bonifica, hanno affrontato quella che è stata una piena davvero importante e che avrebbe potuto inondare diversi quartieri di Pesaro.

“Abbiamo accumulato nel momento di picco 50/60 mc/s dalle 19 di ieri sera alle 3 di questa mattina e invasato nella diga circa 2 milioni di metri cubi – fanno sapere dal Consorzio di Bonifica – per evitare che il Foglia tracimasse dagli argini a Pesaro e nelle altre importanti località lungo il suo corso”.

Altrettanto strategiche le aree di laminazione naturale nei pressi del Galoppatoio, che hanno poi svolto un ruolo egregio di mitigazione dello scarico sul fiume, accumulando oltre 500.000 metri cubi d’acqua.

Mario Smargiasso, dirigente della difesa del suolo della Regione Marche, non nasconde la sua soddisfazione: “La tensione è stata massima, ma questo è un lavoro che richiede nervi saldi, restare svegli una notte per far dormire tranquilla una città è gratificante ed è davvero importante che Regione e Consorzio abbiano operato all’unisono”.

Il presidente della Regione Luca Ceriscioli e l’assessore Angelo Sciapichetti hanno voluto essere costantemente informati dell’evoluzione della perturbazione che ha colpito più duramente il Nord delle Marche ed entrambi hanno avuto parole di apprezzamento per l’operato delle forze in campo.

“Quando ho assunto l’assessorato, abbiamo trovato una dotazione finanziaria di 500.000 euro per tutta la regione: una vergogna – dichiara Sciapichetti -. Il lavoro fatto sulla difesa del suolo dal presidente e dal sottoscritto ha portato a diversi milioni già trasferiti agli uffici periferici per la manutenzione ordinaria ed ad una dotazione finanziaria per la lotta al dissesto con gli accordi con il Governo di circa 50 milioni di euro, oltre la previsione dei fondi per il terremoto. Ora dobbiamo passare alla esecuzione delle opere”.

Nel frattempo il fiume sta tornando alla normalità, ma un’altra sfida è dietro l’angolo: dopo il Burian, lo scioglimento delle nevi.

Sorride il custode della diga, Pietro Geri : “sistemeremo anche la neve” e va a farsi una doccia dopo la notte insonne, stanco ma felice del risultato del lavoro svolto.

Tenendo conto del bollettino meteo relativo alle giornate di domenica, lunedì e martedì, che prevede precipitazioni nevose diffuse anche sulle zone collinari e costiere, informo la cittadinanza – afferma il sindaco di San Costanzo Margherita Pedinelli – che, a scopo precauzionale e nell’ottica di evitare possibili situazioni di pericolo, i due eventi pubblici previsti per la giornata di domani, domenica 25 febbraio 2018, sono annullati e verranno recuperati in altre date che provvederemo a comunicarvi. Ripeto, sono ANNULLATI sia la proiezione del film animato per bambini “Il piccolo principe” che si sarebbe dovuto tenere alle ore 16 presso la biblioteca Don Betti di Palazzo Cassi, sia il concerto jazz che era stato programmato alle ore 18 presso il Teatro Della Concordia. Per quanto concerne eventuali ordinanze di chiusura delle scuole – afferma sempre il sindaco di San Costanzo Margherita Pedinelli – fornirò aggiornamenti nella giornata di domenica con congruo preavviso per le famiglie e gli operatori della scuola”.

QUI SENIGALLIA / L’Amministrazione comunale, visti i continui messaggi di allerta meteo della Protezione civile regionale, relativi ai primi giorni della prossima settimana, al fine di coadiuvare tutti gli operatori/dipendenti interessati dalle operazioni che attengono lo sgombero della neve dai marciapiedi e dalle vie cittadine, intende incaricare degli spalatori, con contratto di prestazione occasionale.

I soggetti interessati, purché maggiorenni e che non abbiano superato cinquantacinque anni di età, potranno comunicare la propria disponibilità inviando tramite email al seguente indirizzo ufficio.personale@comune.senigallia.an.it il modulo scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Senigallia www.comune.senigallia.an.it,  debitamente sottoscritto e compilato con i seguenti dati: nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, codice fiscale, idoneità fisica all’attività di spalatura neve, recapito telefonico cellulare al quale poter essere contattati.

L’amministrazione si riserva la facoltà di contattare, SE NECESSARIO, i soggetti che abbiano inoltrato il modulo di dichiarazione di disponibilità, secondo l’ordine di ricezione della mail.

In caso di chiamata i soggetti convocati dovranno presentarsi muniti di idoneo vestiario (giubbetto alta visibilità, giaccone, guanti, cappello e scarponi) recando con sé un documento d’identità in corso di validità.

Poiché trattasi di esigenza straordinaria ed eccezionale, in caso di indisponibilità o irrintracciabilità telefonica dei soggetti entro i tempi compatibili con l’emergenza, si procederà a scorrimento delle mail successive.

Si precisa che l’attività si configura come prestazione di lavoro autonomo occasionale, che non dà luogo a vincolo di subordinazione e non comporta l’instaurazione di un rapporto organico con l’Amministrazione.

L’Amministrazione corrisponderà per la prestazione effettivamente svolta un compenso pari ad euro 9 per ciascuna ora lavorata previa attestazione delle ore lavorative eseguite da parte del coordinatore tecnico.

Frattanto c’è da registrare che sabato a Senigallia dopo le piogge intense dei giorni scorsi, non si sono registrate criticità né sul fiume Misa né sul reticolo fluviale minore.

La Protezione civile regionale ha emesso intanto un nuovo messaggio di allertamento, il n.11/2018, valido fino alle 12 di domenica 25 febbraio, che prevede nelle zone ricomprese nel territorio di Senigallia un’allerta meteorologica di codice giallo. Resta tuttavia ancora valido anche il messaggio di allertamento n. 10 emesso dalla stessa Protezione civile che prevede poi allerta arancione fino alle 24 di lunedì 26 febbraio. Nell’aggiornamento del bollettino di criticità che la Protezione civile regionale diramerà nella tarda mattinata di domenica si avrà una previsione ancora più attendibile rispetto all’annunciato arrivo di precipitazioni nevose anche nel territorio di Senigallia.

Il Comune di Senigallia ha anche emesso un’ordinanza che prescrive che dal giorno 25/02/2018 al giorno 28/02/2018 tutti i veicoli circolanti su tutte le strade comunali urbane e extraurbane, in caso di neve o ghiaccio , debbano essere dotati di pneumatici da neve o mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio.

Nello stesso periodo i veicoli a due ruote potranno circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e in assenza di fenomeni nevosi in atto.

L’ordinanza è una misura adottata per prevenire problemi legati alla sicurezza dei veicoli in transito e disagi alla circolazione a causa di veicoli che si mettono in circolazione senza essere dotati di pneumatici da neve o catene.

A Senigallia è stato anche avviato dalla Caritas un costante monitoraggio delle previsioni meteo avverse, che prospettano giornate di freddo intenso. Il Centro di solidarietà Caritas si è organizzato per affrontare senza intoppi l’emergenza, soprattutto per i senzatetto. Lo staff organizzativo del Centro di solidarietà si prepara al freddo ed è pronto ad aprire con orari eccezionali per dare calore e ospitalità ai poveri, senza fissa dimora e bisognosi che vivono in strada e in situazioni precarie. Materassi, materie di primo soccorso e necessità, coperte, bevande calde: tutto è pronto.

“Non è la prima volta che ci troviamo a dover affrontare l’emergenza freddo” ha dichiarato Giovanni Bomprezzi, direttore di Fondazione Caritas “e sappiamo che giocare d’anticipo è sempre l’arma migliore per essere presenti con serietà e aprire le porte del Centro di solidarietà in piazzale della Vittoria 24 a chi ha bisogno di noi”.

Il piano scatterà non appena le temperature scenderanno e durerà per tutto il periodo di freddo intenso. Aggiornamenti continui sulla situazione possono essere reperiti anche sulla pagina FB della Caritas senigalliese. Chiunque volesse prestare aiuto a titolo volontario può contattare invece il numero 348.9450102.

Ad Arcevia il sindaco Andrea Bomprezzi ha firmato un’ordinanza di chiusura di tutte le scuole di ordine e grado (elementari, medie e Ipsia) compreso l’asilo nido, a partire da lunedì 26 febbraio. L’ordinanza sarà revocata soltanto nel momento in cui terminerà l’emergenza meteorologica.

QUI JESI / A seguito dell’incontro tenutosi in Prefettura, il sindaco Massimo Bacci ha disposto per la giornata di lunedì 26 febbraio la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, asili nidi pubblici e privati compresi.

Sulla base del prossimo bollettino meteo della Protezione Civile Regionale, relativo alle previsioni per la giornata di martedì 27 febbraio, il sindaco si riserva di adottare gli opportuni provvedimenti.

In previsione delle possibili precipitazione a carattere nevoso annunciate dal servizio di protezione civile regionale per le giornate di domani e lunedì – associate peraltro ad un forte abbassamento delle temperature – l’Amministrazione comunale assicura che sono state già programmate tutte le misure previste nel Piano di protezione civile al fine di intervenire tempestivamente e limitare i disagi a servizi e viabilità.

In particolare sono state preallertate tutte le ditte che collaborano con il Comune per la pulizia delle strade, sulla base di una suddivisione della città in zone predeterminate. Il personale della Polizia Locale e dell’Area Servizi Tecnici resta pienamente operativo, così come sono in pre-allerta i volontari delle associazioni che collaborano con il Servizio di protezione civile comunale. Pronto, in caso di necessità, anche un congruo numero di spalatori per liberare dalla neve scalinate e passaggi pubblici. Le informazioni ai cittadini saranno garantite tramite i tradizionali mezzi di comunicazione: sito internet, pagina facebook, numero whatsapp, canale telegram, twitter, app Municipium, comunicati stampa.

Senza dunque alimentare alcun allarmismo, ma con l’obiettivo di prevenire eventuali situazioni di disagio, si chiede alla cittadinanza la collaborazione attraverso alcune semplici azioni.

  1. I residenti del centro sono invitati a parcheggiare i propri veicoli al Mercantini che resterà eccezionalmente aperto anche nella giornata di domenica 25 dalle ore 6.30 alle ore 21, al fine di non ostruire l’eventuale transito dei mezzi spazzaneve tra le vie più ristrette della parte storica della città.
  2. Si invitano in generale i cittadini ad utilizzare i veicoli solo in caso di necessità e comunque avendo cura che gli stessi veicoli siano provvisti di gomme termiche o abbiano catene a bordo (sempreché chi è alla guida o chi è passeggero sappia montarle).
  3. In considerazione del forte abbassamento delle temperature, i contatori dell’acqua, laddove esposti al freddo, vanno protetti (anche con del polistirolo).
  4. I passi carrai privati vanno sgomberati dall’eventuale accumulo di neve a cura dei legittimi proprietari, che sono tenuti anche a mantenere puliti da neve e ghiaccio i marciapiedi o spazi pubblici che si affacciano nelle loro abitazioni.
  5. Le persone anziane sono invitate a rimanere in casa finché permane il pericolo di ghiaccio e si invitano pertanto i familiari a rafforzare la rete relazionale.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: