A San Benedetto tanti partecipanti alla Giornata dell’infanzia e dell’adolescenza

A San Benedetto tanti partecipanti alla Giornata dell’infanzia e dell’adolescenza

A San Benedetto tanti partecipanti alla Giornata dell’infanzia e dell’adolescenza

di TONINO ARMATA

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A culmine dell’iniziativa per celebrare la Giornata Internazionale per la tutela dei diritti dei minori, la manifestazione, nella Sala Consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto, è finita in festa tra bambine, bambini, scritte, disegni, filmati, palloncini e altro.

Un impegno costante dello Staff dell’Osservatorio Permanente Federico Paci, Romeo Vannicola e Antonio Armata che hanno coordinato le tante iniziative organizzate dai propri Componenti nei parchi cittadini, Istituti scolastici di ogni ordine e grado, nidi, ludoteche, biblioteca, al fine di unificare e dare forza al messaggio della Convenzione ONU accogliendo lo slogan dell’UNICEF “Per ogni bambino la giusta opportunità” per il progetto “scuola amica dei bambini e degli adolescenti 2017/2018”.

L’Osservatorio permanente città sostenibili amiche dei bambini e degli adolescenti di San Benedetto del Tronto, in collaborazione con l’amministrazione comunale, hanno celebrato la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, per ricordare che ancora troppi di loro non godono dei diritti che meriterebbero.

I bambini sono strane creature, in apparenza fragili eppure così forti, possiedono risorse che gli adulti non sognano neppure. “I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto”, scriveva Giacomo Leopardi riassumendo alla perfezione il costante stupore con cui i bambini si affacciano alla vita.

Ancora oggi i diritti dei bambini e degli adolescenti sono calpestati e milioni di essi sono vittime di abusi e sfruttamento. Oltre all’intrinseca atrocità queste violenze hanno anche ripercussioni sociali, culturali ed economiche future, i minori vittime di violenze, infatti, diventano spesso adulti vulnerabili. Per lottare contro tali abusi il 20 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza istituita dall’Onu.

La scelta per la celebrazione ricorda il giorno in cui, nel 1989, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite adottò la Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, quello che sarebbe divenuto il trattato sui diritti umani più ratificato della storia.

L’unica cosa che tutti i bambini hanno in comune sono i loro diritti. Ogni bambino ha il diritto di sopravvivere e prosperare, di essere educato, di essere libero da violenze e abusi, di partecipare e di essere ascoltato.

Nel 1989 il mondo, attraverso la Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, ha fatto una promessa ai bambini: che avrebbe fatto tutto il possibile per proteggere e promuovere i loro diritti, per consentire loro di crescere e di esprimere il loro pieno potenziale. Da allora molta strada è stata fatta, a cominciare dal calo della mortalità infantile e dall’aumento delle iscrizioni scolastiche, ma ancora tanta ne resta da percorrere, da fare.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it