Giorgio Girelli: “Alto compiacimento del  mondo culturale per la nomina di Giovanni Nistri a comandante generale dei Carabinieri”

Giorgio Girelli: “Alto compiacimento del  mondo culturale per la nomina di Giovanni Nistri a comandante generale dei Carabinieri”

Il nuovo comandante generale dei Carabineri sarà Giovanni Nistri, attuale comandante interregionale Ogaden con sede a Napoli.

Il generale Nistri, 60 anni, di Roma, ha iniziato la sua carriera prima nella Scuola Militare Nunziatella, poi nel 1974 presso l’Accademia Militare di Modena, dove ha frequentato il 156° Corso. Tra i suoi principali incarichi di comando da capitano quello delle Compagnie di Urbino dal 1981 e di San Remo dal 1984. Dal 1994 al 1997 da tenente colonnello è stato comandante provinciale a Cosenza.

Numerosi gli incarichi anche presso il Comando Generale di Roma dove dal 2001 al 2003 è stato capo del V Reparto “Comunicazione e Affari Generali”. Dal 7 aprile 2003 all’8 ottobre 2006, è stato comandante provinciale a Firenze.

Dal gennaio 2007 al settembre 2010 è stato al comando dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. Dal 2010 al 2012 è stato a capo del Comando Legione Toscana per poi assumere il comando della Scuola Ufficiali Carabinieri a Roma.

Dal dicembre 2013 gli viene affidata la Direzione Generale del “Grande Progetto Pompei” per la conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico dell’area di Pompei. Dal 6 aprile 2016 è comandante interregionale Ogaden a Napoli.

“La nomina del generale Giovanni Nistri a Comandante Generale dei Carabinieri – afferma Giorgio Girelli, Presidente del Conservatorio Statale Rossini di Pesaro – è motivo di compiacimento anche per il mondo culturale avendo egli dedicato  nel corso della sua brillante carriera efficaci energie alla tutela ed al recupero del vasto e prezioso  patrimonio italiano  guidando l’apposita struttura  dell’Arma  ed anche, successivamente, avendo assunto la direzione del vasto complesso di Pompei. Questo Ufficiale, cui la provincia di Pesaro e Urbino  è affezionata  per i suoi legami familiari,  è conosciuto bene  dal Territorio quale valente tutore della legalità al comando, a suo tempo,  dei carabinieri di Urbino, città che ha voluto annoverarlo tra i suoi cittadini onorari.

“Ciò che poi conta per il cittadino – conclude il presidente Giorgio Girelli – è la fiducia nelle Istituzioni che viene alimentata dalla scelta di questa figura limpida e professionalmente altamente qualificata”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: