Da venerdì a domenica al Palaindoor di Ancona tre giornate di grande boxe

Da venerdì a domenica al Palaindoor di Ancona tre giornate di grande boxe

Da venerdì a domenica al Palaindoor di Ancona tre giornate di grande boxe

ANCONA – Torna la boxe ad Ancona e ci ritorna alla grande, sia come location che come importanza del torneo. La Upa Pittori che organizza l’evento si è accaparrata il Palaindoor, prima volta per un torneo dilettantistico di pugilato, e le fasi interregionali dei campionati italiani elite maschili, la massima manifestazione dilettantistica nazionale.

Appuntamento quindi per tre giorni: venerdì 10/11 con inizio alle ore 20,30, sabato 11/11 alle ore 16,30 e per le finali domenica 12 alle ore 16,30. Un grosso impegno organizzativo per la Upa di Ancona e segnatamente per il tecnico Cappellini che dovrà fronteggiare sia il parterre che le prestazioni dei propri atleti. Saranno di fronte, per guadagnarsi il diritto di rappresentare la regione  alle fasi nazionali di Gorizia previste per la prima settimana di dicembre nella propria categoria di peso, 25 pugili marchigiani ed umbri. Le selezioni sono previste per 7 categorie di peso.

Nei 56 kg lotta apertissima fra tre atleti con pari possibilità di successo: Occhinero della Upa, Gramolini della Audax di Fano e Owie del B.C Castelfidardo. Tutti elementi validissimi in  grado di offrire un ottimo spettacolo.

Nei 60 kg altri tre pugili: Di Rocco della Boxe Foligno, Meca della Upa e Karimi della Pug. Dorica; anche qui difficile fare pronostici anche se ci dicono che l’umbro è elemento di grosse possibilità.

Nei 64 kg incroceranno i guantoni Bonazza della Upa, Kpogo e Metoneiekpon entrambi di Castelfidardo. Ancora più difficile sbilanciarsi in questa categoria con tre elementi ognuno dei quali potrebbe darci grosse soddisfazioni anche nel prosieguo.

Nei 67 kg si sono iscritti 4 elementi: Baldoni della Upa, Bacchiocchi della Audax di Fano, Gubbini della Valle Umbra e Bertini della B.C. Castelfidardo. Qui potrebbe avere qualche carta in più l’anconetano ma non sarà facile perché anche gli altri contendenti sono molto agguerriti.

Nei 75 kg ben sette atleti hanno posto la loro candidatura: Vergoni del B. C: Pesaro, Baraldi della Audax di Fano, Bulemì della Miami di Fano, Romagna della Upa, Rossi della Pug. Ascoli, Di Loreto della Ruffini Team, Pagnoni della Audax di Fano. In questa categoria il favorito d’obbligo è il pesarese Vergoni, già campione italiano universitari e fresco vincitore del “Guanto d’Oro”. Gli altri comunque non staranno a guardare e cercheranno di rendergli la vita il più difficile possibile.

Negli 81 Kg abbiamo Seghetti della Ascoli Boxe, e gli anconetani della Upa Caraffa e Pieroni. Il confronto darà essenzialmente fra Pieroni e Seghetti. Il primo è giovane ed ha enormi possibilità, il secondo è molto più esperto. Sulla carta il titolo dovrebbe andare al pugile del maestro Cappellini ma Seghetti si presenta molto determinato.

Una rassegna che si evidenzia equilibrata con valori medio alti in quasi tutte le categorie, con giovani dotati sia dal punto di vista tecnico che da quello agonistico. Difficile trovare un atleta che si stacchi nettamente fra i contendenti nel proprio peso e questo non può che favorire lo spettacolo. Previsti inoltre in ogni serata altri matches di contorno di sicuro richiamo. (GF)

Nelle foto: il team della Upa Pittori di Ancona con il tecnico Cappellini; Diego Pieroni con  i suoi maestri

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it