Candele a Candelara, da sabato via alla XIV edizione 

Candele a Candelara, da sabato via alla XIV edizione 

Il miglior week-end per visitare in tranquillità la festa. Attesi una sessantina di pullman. Il programma

PESARO – Prende il via domani la 14esima edizione di Candele a Candelara, la festa italiana dedicata alle Candele. Sarà un week-end tranquillo, ideale per poter visitare l’antico borgo con le sue meraviglie. Per questo primo fine settimana è atteso l’arrivo di una sessantina di pullman (20 sabato e 40 domenica oltre ad una cinquantina di camperisti).

Candele a Candelara si svolgerà dunque da domani al 10 dicembre. Le prossime date, per le quali sono annunciati in arrivo oltre 250 pullman e 500 camper, sono sabato 2, domenica 3 e venerdì 8, sabato 9, domenica 10 dicembre. Due gli spegnimenti programmati dell’illuminazione elettrica di 15 minuti ciascuno (alle 17.30 e 18.30).

Quest’anno gli organizzatori assicurano anche la “sorpresa” della stella cometa di oltre 6 metri metri formata da tanti palloncini luminosi che si accenderà sul Castello durante i black-out programmati. In questa edizione la festa si illumina di nuovi spettacoli e animazioni che faranno da sfondo all’evento. Tra queste il carrettino dei burattini; i trampolieri; i folletti suonatori; i giocolieri; i suonatori di cornamusa. Sabato e domenica sfileranno per le vie del Borgo tutti i personaggi, legati alla tradizione del Presepe. Un corteo storico che si svolgerà in orario antimeridiano e che concluderà all’interno delle mura castellane dove saranno protagonisti anche tanti animali legati alla rievocazione. Sarà inoltre possibile assistere dal vivo alla preparazione di candele, rigorosamente di cera d’api, come avveniva nel Medioevo.

Nel mercatino di Candele a Candelara troveranno posto anche le sculture in ferro battuto. Si tratta di silhouettes ornate da centinaia di candeline che disegneranno i protagonisti del Presepe nella via del Borgo. Anche quest’anno funzionerà, ed anzi sarà potenziata con la sistemazione nella Sala del Capitano all’ingresso del Castello, la gettonatissima Officina di Babbo Natale con i suoi laboratori dove centinaia di bambini potranno lavorare con diversi materiali (creta, cera, carta, legno) e realizzare addobbi e figure legate al Natale. I bambini potranno incontrare Babbo Natale, fare una foto e consegnare direttamente una letterina con espressi i propri desideri.

IL PROGRAMMA DEL PRIMO WEEK-END

  • SABATO: alle 11.30 per i più piccoli “il Carrettino dei burattini “Pulcinella” e il Castello incantato del perfido mago Cotrone. Dalle 11.30 alle 14.30 sfileranno per le vie del paese le cornamuse dealla Heart of Italy Pipe Band. Alle 11.30 lo scultore Alceo Pucci lavorerà su cera “Il volo dell’angelo” ed il poeta Piero Talevi proporrà “La poesia sospesa”. Dalle 11.30 alle 14.30 animazioni della Compagnia Teatro delle Isole e alle 14.30 il Carrettino dei burattini propone “Le disgrazie di Arlecchino”.
  • DOMENICA: alle ore 11 performance del trio di percussioni Desaritmia. Dalle 11.30 alle 13 sarà in funzione il Presepe vivente in costume che avrà come sottofondo il Coro di voci bianche “Crescer Cantando” del Coro Jubilate. Alle 11.30 lo scultore Alceo Pucci lavorerà su cera “Il volo dell’angelo” ed il poeta Piero Talevi proporrà “La poesia sospesa” all’interno del Presepe vivente. Alle 11.30 il Carrettino dei burattini propone “Pulcinella e il castello incantato del perfido mago Cotrone”. Durante il giorno animazione del Teatro delle Isole e alle 14.30 la Banda di Babbo Natale preceduta da una slitta carica di dolciumi.

L’ingresso alla manifestazione sarà di 2,00 euro fino alle 13. Dopo le 13 (3,00 euro) Per i minori di 12 anni l’ingresso è gratuito. Navette gratuite dal centro di Pesaro a Candelara e viceversa.

Anche quest’anno funzioneranno due grandi strutture riscaldate. In una i piatti della tradizione: polenta con i funghi, baccalà con le patate, pasticciata ed erbe cotte, carne alla brace, piadina, olive fritte, frittelle di mele, caldarroste e vino novello a volontà.  Nell’altra altri piatti tipici del territorio. Da quest’anno parte una collaborazione con l’Istituto Alberghiero di Pesaro che parteciperà alla manifestazione preparando un suo piatto per valorizzare e promuovere le tradizioni locali. A preparare e servire il piatto saranno gli allievi del Santa Marta.

Sarà possibile effettuare come sempre visite alla Pieve del XII secolo e novità di quest’anno sarà riaperta al pubblico, dopo anni di chiusura, villa Berloni del Cinquecento dell’architetto Di Giorgio Martini. Per Villa Berloni, oltre alla visita guidata, sarà possibile prenotare pranzo e cena a lume di candela. Rimarrà aperto durante la festa il Museo del telaio e del ricamo. I visitatori potranno riscoprire l’antica tradizione della lavorazione di tessuti con telai dei primi del Novecento.

In occasione della manifestazione, l’organizzazione ha predisposto una serie di convenzioni con ristoranti, alberghi e agriturismo della zona. Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.candelara.com

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: