La Confartigianato: “Bene i “blitz” anti-abusivi sulle coste e nei mercati”

La Confartigianato: “Bene i “blitz” anti-abusivi sulle coste e nei mercati”

Un plauso alle forze dell’ordine anche per il contrasto alla contraffazione ed alla difesa del made in Italy, importante fonte di occupazione anche nelle Marche

La Confartigianato: “Bene i "blitz" anti-abusivi sulle coste e nei mercati”

ANCONA – Confartigianato Commercio Ambulanti Ancona – Pesaro e Urbino, plaude alle forze dell’ordine per i controlli anti-abusivismo e per gli interventi di divieto del commercio abusivo di merci contraffatte, che stroncano,  scoraggiano e allontanare gli ambulanti abusivi presenti sulle nostre coste, sulle piazze, nei mercati, nelle aree pubbliche…
Confartigianato ringrazia la Guardia di Finanza che di concerto con le forze dell’ordine, Polizia Municipale Polizia  e Carabinieri per lo sforzo che sta compiendo con successo, dando attuazione ai piani in materia di prevenzione e contrasto all’abusivismo commerciale ed alla contraffazione nel periodo estivo stabiliti anche in sede di Prefetture, con il coinvolgimento delle Associazioni e degli Enti Locali, per bloccare la vendita illecita di articoli non originali o di prodotti non sicuri, controllando centinaia di venditori ambulanti e sequestrando migliaia di pezzi con marchi falsi.
Infatti vengono proposti prodotti ed articoli i cui dettagli sono stati curati in maniera così certosina da poter ingannare anche l’occhio degli intenditori più esperti, prodotti contraffatti delle  più prestigiose marche; merci, consistenti in abiti da donna, costumi da bagno, occhiali, braccialetti, collanine, bigiotteria ecc. ecc. senza però essere in possesso delle autorizzazioni necessarie per l’attività di commercio ambulante eludendo qualsiasi regola e tassa.
Contraffazioni presenti anche negli alimenti ed i farmaci, conservati in pessime condizioni igieniche e senza le necessarie apparecchiature di refrigerazione, prive delle autorizzazioni del Ministero della Salute, dell’etichettatura prevista dalla normativa nazionale. Gli articoli contraffatti, fra orologi di lusso, componentistica varia e macchinari di alta precisione, hanno un significativo valore commerciale, come altrettanto importanti sono le sanzioni elevate agli abusivi, rendendo cosi una parziale giustizia verso quanti lavorano nella legalità sostenendo oneri e rispettando le regole.
Il made in Italy è il nostro petrolio afferma la Confartigianato, la nostra vera forza che tutto il mondo ci invidia. L’operazione estiva condotta dalle Forze dell’Ordine, se rafforzata e continuata può essere inquadrata in un progetto che può sintetizzarsi con uno slogan: tutti in campo contro la cultura dell’illegalità a tutela del made in Italye e del lavoro legale.
Anche i consumatori, secondo Confartigianato,  devono essere consapevoli, ed in alcuni casi sono stati sanzionati per acquisti abusivi e di merce contraffatta e devono essere sensibili ed impegnati ad impedire qualsiasi tipo di commercializzazione dei prodotti contraffatti. I consumatori devono comprendere non solo la illiceità dell’acquisto di merce contraffatta, ma anche la pericolosità per la salute che potrebbe derivare dall’utilizzo di tale merce prodotta in difformità delle normative UE  e quindi anche pericolosa ed il danno che si arreca alla nostra economia.
Confartigianato Commercio Ambulanti sottolinea le difficoltà e le preoccupazione tra gli operatori del settore, circa 4.900 imprese in tutta la Regione Marche che gestiscono nel complesso 80-100 mila licenze nei mercati cittadini e sui litorali.
Il commercio su aree pubbliche, che conta circa 9/10.000 occupati, vive un momento difficilissimo conseguente al contesto socio-economico del Paese e, in moltissimi casi, alle politiche locali; pertanto merita l’attenzione delle istituzioni e dei consumatori.
 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it