BOXE / Con tre matches fantastici il pesarese Diego Vergoni conquista il Guanto d’oro 2017

[themoneytizer id=17589-1]

BOXE / Con tre matches fantastici il pesarese Diego Vergoni conquista il Guanto d’oro 2017BOXE / Con tre matches fantastici il pesarese Diego Vergoni conquista il Guanto d’oro 2017

BOXE / Con tre matches fantastici il pesarese Diego Vergoni conquista il Guanto d’oro 2017

Splendida affermazione dei pugili marchigiani al torneo nazionale di Rossano Calabro. Una disciplina, il pugilato, in forte ripresa nelle Marche, sia in campo dilettantistico, sia professionistico

BOXE / Con tre matches fantastici il pesarese Diego Vergoni conquista il Guanto d’oro 2017 BOXE / Con tre matches fantastici il pesarese Diego Vergoni conquista il Guanto d’oro 2017 BOXE / Con tre matches fantastici il pesarese Diego Vergoni conquista il Guanto d’oro 2017 BOXE / Con tre matches fantastici il pesarese Diego Vergoni conquista il Guanto d’oro 2017 BOXE / Con tre matches fantastici il pesarese Diego Vergoni conquista il Guanto d’oro 2017

di FRANCESCO FERRONI

ROSSANO CALABRO – Splendida affermazione dei pugili marchigiani al torneo nazionale Guanto d’Oro 2017 svoltosi a Rossano Calabro, rassegna che mette di fronte gli otto migliori pugili under 23 di ogni categoria. La nostra regione partecipava con tre atleti: Mattia Occhinero di Ancona nei 56 kg, Charlesmagne Metoniekpon di Castelfidardo nei 64 kg e Diego Vergoni di Pesaro nei 75 kg che hanno conquistato un oro ed un argento che pongono la nostra regione e soprattutto la nostra scuola fra le migliori in senso assoluto.

Ottima prova in  primis degli atleti marchigiani che si sono battuti alla grande ed ai loro preparatori, Raspugli, Gabbanelli, Marra e Cappellini, che hanno dimostrato che le Marche ci sono e non sono seconde a nessuno anche per le maggiori competizioni.

Nei 56 kg l’anconetano Mattia Occhinero della Upa non è stato fortunato nel sorteggio ed ha incappato al primo match il  campano Vincenzo La Femina, uno dei più qualificati che poi ha conquistato l’argento. Ha dato tutto ma non ha potuto evitare la sconfitta.

Nei 64 kg Charlesmagne Metoniekpon del Boxing Club Castelfidardo ha disputato un bellissimo match in semifinale battendo nettamente il friulano Luca Grusovin con cui ha chiuso una questione di superiorità; in finale è stato dato sconfitto contro il toscano Matteo Antonioli in un match tiratissimo in cui il verdetto se non fosse stato un torneo sarebbe stato sicuramente di parità. Una buona affermazione perché classificarsi secondo sugli otto migliori non è certamente cosa da poco. Le doti ci sono ed avrà modo di rifarsi a partire dalle prossime competizioni con uno sguardo agli assoluti di novembre.

Nei 75 kg, una delle categorie più prestigiose, Diego Vergoni ha disputato tre match fantastici. Nei quarti ha messo sotto il laziale Fabrizio Carbotti imponendogli anche un conteggio con un diritto destro d’incontro preciso alla mascella ; in semifinale ha spento le velleità del piemontese Etinosa Oliha con  una boxe lineare e precisa disputando il migliore incontro della serata davanti ad un fighter molto potente; in finale ha marciato costantemente in avanti ed ha battuto nettamente l’altro finalista il sardo Andrea Aroni. Una vera galoppata la sua senza sbavature e con una tecnica eccellente. Perfetti il suo gancio sinistro ed il diretto destro con cui ha centrato ripetutamente i bersagli. Una pedina veramente valida anche per gli assoluti di novembre. Il ragazzo è alla sua seconda prestazione nazionale: la vittoria agli Universitari ed ora il Guanto d’Oro. Complimenti anche al suo maestro Antonio Raspugli.

Una disciplina, il pugilato, in forte ripresa in questi ultimi anni sia in campo dilettantistico che professionistico. Ben lontana dai tempi in cui si potevano vedere matches di assoluto livello in tutte le province ma sicuramente con sintomi di crescita evidentissimi e con giovani talenti con grosse potenzialità.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it