A Rieti un nuovo record per la marchigiana Assunta Legnante

A Rieti un nuovo record per la marchigiana Assunta Legnante

A Rieti un nuovo record per la marchigiana Assunta Legnante A Rieti un nuovo record per la marchigiana Assunta Legnante A Rieti un nuovo record per la marchigiana Assunta Legnante

A Rieti un nuovo record per la marchigiana Assunta LegnanteCIVITANOVA MARCHE – Sabato, in occasione del Grand Prix Internazionale di Atletica IPC, organizzato dalla FISPES nel Campo Scuola Guidobaldi di Rieti, tra i vari atleti paralimpici di livello internazionale, italiani e stranieri, ha gareggiato anche la marchigiana Assunta Legnante.

Assunta, dopo l’oro alle Paralimpiadi di Rio 2016 con la misura di 15,74 metri nel getto del peso categoria F11-F12, si era fermata per recuperare dall’infortunio alla schiena che, durante l’evento paralimpico, ne aveva condizionato le prestazioni senza impedire la conquista dell’oro grazie alla sua grande forza di volontà.

La campionessa, costantemente seguita dallo staff dell’Anthropos, dal mese di gennaio ha ripreso la preparazione in palestra e già alla prima prova ufficiale della stagione, durante i Campionati Italiani Invernali organizzati ad Ancona lo scorso marzo dalla nostra associazione, aveva migliorato la performance di Rio grazie ai 15,90 metri.

Sabato, a Rieti, “Cannoncino Legnante” è andata ancora oltre e con 16,95 metri ha stabilito la miglior prestazione di un’atleta Italiana, sia olimpica che paralimpica, di questo primo scorcio di 2017. Misura che si avvicina al Record Mondiale di 17,32 metri appartenente alla stessa Legnante e stabilito nel 2013. Primato che nel corso della stagione Assunta proverà a migliorare.

Risultati brillanti, frutto di un grande allenamento e del sostegno della Palestra Exe di Civitanova Marche, grazie al preparatore Fabrizio Sagripanti, al nutrizionista Alessandro Marinelli e al medico sportivo Renzo Mandozzi. Un’intesa consolidata per merito del manager di Assunta, Massimo Giulietti.

Ecco quanto ha dichiarato il presidente dell’Anthropos Nelio Piermattei: ““Un’altra dimostrazione della forza di volontà, della caparbietà, delle capacità tecniche ed atletiche di una lanciatrice che ha segnato e continuerà a segnare la storia dell’atletica italiana”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: